AS400 o Power-i? L’importante è crescere…!

Il 2015 è stato un anno di crescita per il business Power-i di IBM in tutto il mondo e anche Sme.UP ha realizzato risultati molto importanti espandendo la sua quota di mercato di prodotti venduti nell’anno nel mondo AS400.

E il 2016 come si presenta per la comunità dei clienti AS400 e degli sviluppatori in ambiente iSeries?
Di certo con gli stessi stimoli a modernizzare la base installata, investendo sui nuovi sistemi Power8 e per chi lo ha già fatto traendo frutti concreti dagli investimenti del 2015. Ecco quindi alcune direzioni di sviluppo della comunità AS400 per l’anno 2016:

AS400

 

Mobile+Analisi

 

1. Focus sulla fruizione mobile dei dati su AS400

Possedere un AS400 (o un sistema Power-i) significa essere un utilizzatore amante della solidità dei sistemi server e desiderare continuità, sicurezza, stabilità assoluta e potenza elaborativa. Tutto ciò oggi è possibile averlo senza sacrificare necessità del momento come la mobilità e la totale fruibilità dei dati e delle applicazioni su sistemi mobile. Il 2016 vedrà un grande impegno degli utilizzatori AS400 nella creazione di applicazioni mobili che servono sia i dipendenti interni dell’azienda sia i clienti.

(Per concessione di International Business Machines Corporation. Non è permesso l’uso non autorizzato) 

  

2. Analisi dei dati come priorità assoluta

Dati

Disporre di un sistema stabile come l’AS400 è il prerequisito per affidargli moli di dati considerevoli, che necessitano ad un certo punto di strumenti di gestione e di analisi semplici ma potenti. Ciò che più interessa agli utilizzatori dei sistemi Power-i è di poter navigare tra i loro dati che possono appartenere ad applicazioni diverse e di poter successivamente consolidare le variabili rilevanti in report di analisi che consentano di scoprire gli andamenti principali del business e le loro determinanti. Queste esigenze erano già evidenti durante l’anno passato e si accentueranno nel 2016.

(Per concessione di International Business Machines Corporation. Non è permesso l’uso non autorizzato)

 

Secure3. Ambienti Web integrati e non applicazioni “webbizzate” 

Disporre delle proprie applicazioni e dei propri dati sul Web è ormai un’esigenza consolidata per tutti gli utilizzatori di sistemi, non solo nell’universo AS400. “Webizzare” le applicazioni non è più sufficiente, in quanto al cambiamento delle logiche applicative o del modello dei dati, l’applicazione web che ne risulta potrebbe dovere essere ricompilata. Quello che serve nel 2016 agli utilizzatori AS400 è un’applicazione che partendo dal cuore del sistema Power sia nativamente Web e che possa essere programmata in RPG diventando WEB senza ulteriori sforzi.

(Per concessione di International Business Machines Corporation. Non è permesso l’uso non autorizzato) 

 

4. Sistemi avanzati di Backup e Disaster Recovery su AS400Power i

E’ vero che i sistemi Power sono i più stabili del mondo ma la salvaguardia dei propri dati è una priorità per tutti, anche per ovviare a situazioni di potenziali manipolazioni dolose o maldestre da parte di impiegati o utenti esterni. Inoltre i disastri ambientali che possono danneggiare o rendere isolato l’AS400 colpiscono con scarsa frequenza ma altissima regolarità e nessuna azienda può sentirsi immune da tale rischio. Per questo nel 2016 una delle priorità di investimento degli utilizzatori di AS400 sarà anche focalizzarsi su sistemi che consentano di eliminare o ridurre fortemente il rischio di perdere dati e di non poter accedere ai propri sistemi.Le soluzioni Sme.UP sono state progettate e sviluppate per essere già in grado di soddisfare tutte queste priorità già dal 2015 e nel 2016 si evolveranno ulteriormente secondo il piano di sviluppo di Laboratorio che potete richiedere compilando il modulo sottostante.

(Per concessione di International Business Machines Corporation. Non è permesso l’uso non autorizzato)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *