Protezione e Continuità dei dati aziendali (Data Management)

Data Management
Data Management: l’importanza della protezione dei dati aziendali
La Sfida

Oggi siamo nell’era dei dati. Andrew Keen, già nel 2012, aveva affermato “I dati sono il nuovo petrolio”, parlando nello specifico dei dati che vengono rilasciati alle piattaforme online a titolo gratuito dai miliardi di utenti e che oggi rappresentano il valore che anche fatturati e capitalizzazione riconoscono.

Per le aziende la cosa è sicuramente diversa sul costo, i dati che vengono raccolti sono frutto di fatica, investimenti, complessità e know-how, ma che rappresentino una forma di ricchezza credo sia largamente riconosciuto. Indubbiamente la quantità di dati che vengono prodotti è salita esponenzialmente ed ha cambiato anche forma. Negli ultimi 10 anni abbiamo visto un’accelerazione che ci porta dai dati strutturati ed interpretati tipici dei mondi ERP o comunque dei verticali aziendali a dati di tipo completamente diverso, che hanno quindi preso la forma di file, immagini, dati marketing, informazioni commerciali di diverso tipo, informazioni sui dati di produzione, documentali, dati inviati dai fornitori e dai partner, IoT (Internet delle cose o, più propriamente, Internet degli oggetti) e moltissimi altri dati di cui mi sono sicuramente scordato.

In questa sede non ci occuperemo del perché raccoglierli, immagazzinarli ed analizzarli ma del come gestirli e proteggerli. Rileviamo esistano delle sfide di tipo tecnico e organizzativo dovute dalla crescita del dato (più dati da memorizzare significa anche più dati da proteggere e gestire), che sono:

  • Continuità e Performances. I dati una volta raccolti (generati) devono essere utilizzati; questo presuppone che siano disponibili in ogni momento e con efficacia agli utenti. Dobbiamo avere sistemi che gestiscano questa continuità garantendo anche che la performance di fruizione sia quella adeguata alle necessità del business
  • Sicurezza di accesso. A queste informazioni deve avere accesso solo chi ne ha effettivamente diritto. Alle aziende questi dati sono costati (e molto) quindi, oltre a non perderli, siamo chiamati a non disperderli ed anche a garantirne la bontà. Se non siamo sicuri della fonte il dato non ha alcun valore
  • Maggiore richiesta di compliance. Quando si parta di dati non si possono evitare i temi legati a richieste esterne (fornitori e governi in primis) che ci chiedono ampie garanzie sull’accesso e sulla distribuzione dei dati (citiamo a titolo di esempio il GDPR)
  • Allargamento del perimetro. Oggi gli utenti ci chiedono di consumare il dato ovunque si trovino con qualsiasi device sia necessario. Il perimetro sia di fruizione che quello di sicurezza si dilatano oggi a dimensioni impensabili fino a pochi anni fa
  • Mancanza di competenze. Tutti i precedenti punti si scontrano costantemente con le competenze esistenti in azienda che faticano ad adeguare i loro skills a quelli in costante crescita e cambiamento
Le soluzioni Gruppo Sme.UP in ambito di Data Management

Il nostro approccio è quello di affrontare queste sfide coordinando soluzioni ibride Cloud e On-Premise (cioè presso i datacenter dei nostri clienti).

L’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, con ampio utilizzo di sistemi di memorizzazione allo stato solido, ci permette di rispondere alle crescenti richieste di performance in maniera sempre adeguata oltre che di introdurre meccanismi di compressione e deduplica del dato che evitano la proliferazione di dati ridondanti. I nostri clienti possono godere dei vantaggi di datacenter distribuiti a livello geografico per avere i dati presenti su più punti diminuendo drasticamente i rischi legati alla perdita del dato stesso ma rimanendo sempre sul territorio nazionale ed evitando quindi rischi legati a temi di tipo legale. I nostri datacenter sono tutti certificati ISO27001 e dotati di tutte le tecnologie per garantirvi non solo la protezione del dato da accessi di sconosciuti ma anche il tracciamento di chi vi ha avuto accesso in maniera legale ed autorizzata. Il tutto non dimenticando le integrazioni con i partner quali Microsoft, Google ed Amazon.

Questa è una carrellata non esaustiva delle soluzioni più popolari tra quelle scelte dai nostri clienti per la Data Management:

  • Data Protection in Cloud. I dati di backup vengono raccolti, deduplicati, compressi ed infine inviati nei nostri datacenter in maniera criptata. In questo modo risolviamo due richieste, la copia geografica dei dati del backup a sostituire gli inadeguati sistemi a nastro e la possibilità di mantenere copie anche di molti anni in cloud grazie al basso costo. Questa tecnologia è disponibile sia utilizzando software di backup già disponibili presso il sito del cliente oppure fornendo anche moderne soluzioni di dataprotection con innovative caratteristiche di funzionamento. Il servizio è disponibile per tutte le piattaforme x86 e IBM Power.
  • Disaster Recovery in Cloud. I dati e le applicazioni vengono replicati nei nostri datacenter pronti ad essere riattivati in caso di disastro del datacenter primario dei clienti. Le fonti possono essere la dataprotection in cloud, con limiti al tempo di ripristino (RTO) ed alla quantità di dati che possono essere stati persi (RPO) che è necessariamente legata all’esecuzione dell’ultimo backup, quindi potrebbe essere di 24h. Questa proposta base può essere però superata da delle soluzioni completamente software (che non necessitano quindi di acquisto di HW dedicato), erogate come servizio, che si pongono obiettivi molto più ambiziosi. Con queste tecnologie abbassiamo l’RPO fino a pochi secondi e permettiamo di raggiungere livelli di RTO nell’ordine dei 15min. Il tutto con costi on-demand. Il servizio è disponibile per tutte le piattaforme x86 e IBM Power.
  • Data Tiering. Quando lo spazio presso i vostri datacenter comincia ad essere scarso esistono altre opportunità oltre a quella di comprare un nuovo storage. Una di queste è quella di utilizzare sistemi di tiering che permettono di analizzare l’utilizzo del vostro storage e spostare i dati meno acceduti su storage a più basso costo oppure direttamente nel cloud. Il tutto con modalità a consumo estremamente favorevoli. Disponibile per tutte le piattaforme x86 e IBM Power.
  • Private Cloud. Tutte le tecnologie dei nostri datacenter possono essere offerte per creare dei virtual datacenter per estendere le richieste di crescita dei datacenter locali. Mantenendo una ccesso trasparente dalla vostra rete come se si trattasse di una estensione virtuale della vostra azienda, ci occupiamo sia della connettività che della sicurezza di accesso. Le più raffinate tecniche che includono storage all-flash e sistemi di data protection concorrono a garantire la scalabilità oltre che la funzionalità. Il tutto integrato con l’esistente in azienda. Disponibile per tutte le piattaforme x86 e IBM Power.

Dario Vemagi

Dario Vemagi
Solution Designer Nanosoft – Gruppo Sme.UP
My LinkedIn Profile


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *