smeup – One Team e Policreo: come sono riusciti nell’obiettivo utilizzando la metodologia BIM

Metodologia-BIM

Telecabina Champoluc-Crest: l’emblema di come raggiungere obiettivi misurabili in tempi record utilizzando la metodologia BIM.

One Team in collaborazione con Policreo ha presentato la case History della cabinovia di Champoluc-Crest (Ao) durante l’ultima tappa del One Team Tour di Bologna, un progetto molto complesso che ha richiesto 218 giorni lavorativi e l’impiego di circa 367 maestranze.

La società Monterosa SpA ha rinnovato la cabinovia e le aree di pertinenza che collegano l’impianto sciistico di Champoluc in provincia di Aosta con il villaggio del Crest, per raggiungere il rinomato comprensorio del Monterosa, importante indotto economico del territorio.

Obiettivo principale della società Monterosa S.p.A? Completare questo progetto in tempi brevi

Ricorrere alla metodologia BIM ha aiutato ingegneri ambientali e architetti deila società Policreo – attiva dal 1987 e con la quale collabora la società Monterosa S.p.A. – a completare il progetto in 8 mesi in tempo per la riapertura degli impianti sciistici.

Fondamentali per la ristrutturazione della telecabina il rispetto e la salvaguardia del contesto ambientale nella sua singolarità e la componente sociale.

Necessaria la creazione di un unico edificio che ospitasse sia la stazione di  Champoluc-Crest che quella di Crest-Alpe Ostafa III, la cui conformazione architettonica rispettasse anche le direttrici degli assi di linea e la conformazione del terreno.

Dal progetto della cabinovia… alla sua realizzazione

Un progetto che ha richiesto un ripensamento generale del sistema dei fronti in funzione degli affacci, dei punti di percezione e del corretto inserimento paesaggistico ambientale.

Ecco alcuni interventi resi necessari per giungere alla realizzazione della nuova struttura polifunzionale:

  • Eliminare il dislivello tra piano urbano e biglietterie. 
  • Realizzare spazi polifunzionali che integrassero gli uffici della biglietteria con i sistemi di collegamento al piano imbarco/sbarco.
  • Rendere gli spazi permeabili alla luce nella parte inferiore e compatti in quella superiore con l’obiettivo di occultare le strutture di          copertura sia impiantistiche che civili.
  • Redistribuire e allocare le funzioni quali deposito, spazi gioco per bambini, noleggio giochi nei locali al piano terra.
  • Rimuovere le funzioni arrivo/partenza delle telecabine unitamente all’aggiunta di una copertura in legno e vetro con l’obiettivo di          filtrare luce e proteggere dalle intemperie.

smeup – One Team: il partner ideale che ha contribuito alla formazione del personale, alla preparazione e realizzazione del progetto concedendo l’accesso alla sua componente software e hardware.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *