Dichiarazioni di produzione tramite web: scopri il progetto Web.UP

dichiarazioni-di-produzione-via-web

Presso un nostro cliente del settore fabbricazione ingranaggi abbiamo implementato un interessante progetto: dichiarazioni di produzione tramite web.

Situazione di partenza

Il cliente, prima di commissionarci il progetto web, effettuava tutte le dichiarazioni di fase, per ogni ordine di produzione, su dei fogli di carta che venivano a posteriori inserite a sistema informativo.

Il lavoro svolto da Sme.UP è consistito nell’eliminare la carta, automatizzare le dichiarazioni di produzione snellendo i processi e riducendo le attività ridondanti.

stato-delle-macchine-per-reparto

Scheda stato macchine per reparto (clicca per ingrandire l’immagine)

dichiarazioni-di-produzione-tramite-web-up

Dichiarazione di produzione via web (clicca per ingrandire l’immagine)

Cosa abbiamo fatto?

Il cliente inizialmente impostava i vari di ordini di produzione su un foglio Excel.

Si è provveduto ad eliminare questo supporto esterno e a introdurre lo Schedulatore con la creazione di una worklist di impegni. Sulla base dello schedulatore, che restituisce un elenco di ordini di produzione, viene determinato un elenco di impegni risorse che dovranno essere gestiti dai singoli reparti.

Per ogni centro di lavoro è stata creata un’utenza specifica che permette di accedere a una propria scheda di Web.UP, un totem che si collega ad esso via web.

Per ogni totem è visualizzabile l’elenco delle macchine appartenenti a quel centro di lavoro con lo stato della stesse: non al lavoro, collaudo, guasto o in funzione. Per quelle in lavorazione viene inoltre specificato l’ordine di produzione, la fase e altre informazioni aggiuntive.

Per procedere con le dichiarazioni di produzione il singolo utente dovrà accedere specificando la propria utenza.

In base quindi al proprio profilo sarà visualizzabile un elenco di funzioni differenziate per tipologia di attività.

Visualizzazione attrezzista

Un’attrezzista ha accesso a schede riepilogative di tutti gli impegni risorse schedulati che necessitano di un attrezzaggio.

Gli impegni risorse sono stati ordinati in base alla data e per ogni macchina è stato stabilito un job quotidiano (questo perché una macchina in un giorno può avere più impegni risorse).

L’attrezzista vede gli impegni risorse del proprio reparto in attesa di attrezzaggio da lì a 4 giorni.

In base allo stato della macchina e alla fase dell’impegno risorse le opzioni di azione possibili sono diverse:

  • Dichiarazioni di:
    • inizio attrezzaggio
    • chiusura attrezzaggio: nella scheda web dichiara l’attività effettuata, gli utensili utilizzati e l’eventuale richiesta di collaudo (che a sua volta aprirà una fase di collaudo al relativo reparto).
    • fermo macchina per guasto.
  • Chiamata materiale al magazzino, per richiesta utensili necessari all’attrezzaggio.
  • Ricerca schede per ordine di produzione e per fase produttiva in cui consultare la lavorazione effettuata, disegni e documenti di collaudo e qualità.
visualizzazione-per-attrezzista

Visualizzazione attrezzista (clicca per ingrandire le immagini)

selezione-impegno-risorse

Ricerca schede

ricerca-schede

Selezione impegno risorse

selezione-attivita-per-chiusura-attrezzagio

Selezione attività per chiusura attrezzaggio

chiusura-attivita-di-attrezzaggio

Chiusura attività di attrezzaggio

scheda-operaio

Scheda operatore (clicca per ingrandire l’immagine)

Visualizzazione operaio

La scheda web dell’operaio semplice presenta inizialmente solo impegni risorse per un arco temporale di 2 giorni. L’operaio si limita ad eseguire le attività in sequenza, senza possibilità di impartire ordini, come per gli attrezzisti.

Selezionando un impegno risorse il sistema controlla che quella attività non sia già attribuita ad un altro utente.

L’operaio, tramite una scheda evento, apre e successivamente versa il numero di prodotti da fabbricare e chiude l’impegno risorse relativo a quella fase.

Altra attività che può svolgere un operaio è quella di definire, tramite l’opzione genera contenitore, il cassone in cui fisicamente verrà stipata la merce prodotta, selezionandolo da un elenco di cassoni compatibili con gli articoli prodotti.

In base al contenitore e alla quantità di merce prodotta, il sistema calcola già un peso lordo.

Prossimo step?

In un prossimo futuro collegheremo i dati delle varie macchine con Sme.UP ERP in ottica 4.0.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *