L’Industria 4.0: le nuove esigenze tecnologiche delle aziende

automatizzazione-e-nuove-tecnologie

Una delle missioni delle aziende è essere al passo coi tempi, caratteristica che è sempre stata importantissima, ma ora lo è più che mai.Ci stiamo avviando a grandi passi verso l’ industria 4.0, ovvero quella fase che integra automatizzazione e nuove tecnologie nella maggioranza dei processi produttivi.

Questi sono i cambiamenti figli della Quarta rivoluzione industriale, quella che ha introdotto per la prima volta il concetto di “ammodernamento” della produzione e delle infrastrutture facendo uso della ricerca e di nuovi mezzi, soprattutto in ottica digitale. Le nuove tecnologie si evolvono e diventano sempre più accessibili e con esse progredisce tutto l’impianto produttivo per grandi e piccole imprese. Ne trae giovamento la competitività, ovviamente, ma anche la gestione stessa dell’impresa. Quando si parla di industria 4.0 si pensa subito a parole come Big data, Cyber security, Cloud, e non si sbaglia di certo, ma è importante capire che fanno parte di queste grandi novità anche tecnologie più vicine alle piccole e medio imprese, come per esempio Internet. Ciò implica che tutti possono intraprendere la strada dell’innovazione e farlo in totale sicurezza. Non esiste azienda che non possa usufruire dei potenti mezzi del web per i propri processi interni: la rete è fondamentale per entrare in contatto con i clienti, per tessere rapporti con i fornitori e capire e analizzare il mercato.

Un altro esempio di come la tecnologia aiuti e completi le aziende che sanno guardare al futuro è il caso dei software gestionali, il cui ruolo è sempre più cruciale e che sono inevitabilmente legati al web. Con questo tipo di software ci si avvantaggia sotto molti punti di vista, dalla gestione interna dell’azienda alla relazione col cliente. Si pensi, per esempio, alla gestione del patrimonio documentale: fatture, contratti, ordini, documenti di valore fiscale o legale, dati sensibili e archivio. I software di tipo gestionale sanno occuparsi di questi documenti con quello che viene comunemente chiamato DMS, ovvero Document Management System. Il DMS viene integrato nel software e si occupa di convertire in formato elettronico tutto ciò che è cartaceo; il passo successivo è quello di catalogare questa mole di documenti, indicizzandola allo stesso tempo. Il tempo che si guadagna per ritrovare le informazioni è impagabile.

Ma un sistema gestionale funzionale, in quanto tale, include anche una parte che si può definire Business Intelligence (BI): si tratta di veri e propri “sistemi informativi” aziendali, cioè di tecnologie che rendono disponibili sempre, in ogni momento, tutte le informazioni dei vari reparti dell’azienda. Il software, di solito Web Based, cioè utilizzabile attraverso una connessione Internet e un comune browser, sarà in grado di interrogare qualsiasi settore dell’azienda (finanziario, gestione del personale, produzione, customer care, etc…) in qualsiasi momento, fornendo risposte pressoché immediate. Si tratta di pura innovazione tecnologica disponibile subito per tutte le tipologie di aziende: basta una connessione internet e un dispositivo dal quale utilizzarla. Non ci sono solo i comuni PC o MAC tra i dispositivi coinvolti: adesso il futuro vede sempre più protagonisti smartphone e tablet, che consentono ancora più immediatezza e semplicità d’uso.

E per chiudere, ecco un’altra sigla che non deve più spaventare. Dopo il DMS e la BI tocca all’ERP, precisamente l’Enterprise Resource Planning, cioè la pianificazione di risorse dell’impresa. Nell’ industria 4.0 non si può più pensare di gestire il proprio business a compartimenti stagni: modernità significa integrare l’intero sistema informativo aziendale in un’unica soluzione efficiente. Il tutto nell’ottica della velocità e dell’ottimizzazione dei tempi lavorativi.

Tra i grandi vantaggi dell’ERP c’è il fatto che esso elimina la necessità di ridigitare i dati nei diversi software utilizzati dall’impresa: tutte le informazioni sono sempre a disposizione proprio perché le diverse funzionalità aziendali vengono integrate in questo unico sistema. Cosa se ne ricava? Oltre alla indubbia comodità, anche la diminuzione di errori dati dall’inserimento di dati inesatti e contrastanti tra loro.

Un sistema informativo integrato, l’ERP per l’appunto, è il supporto ideale perché ottimizza senza tralasciare tutti i passaggi importanti dei processi decisionali. In termini tecnici, un sistema di questo tipo, nell’ambito di un software gestionale, comporta la reingegnerizzazione efficace dei processi di un’azienda: in parole povere, si migliora in maniera tecnologica, sicura e intuitiva senza perdere la propria identità. Il tutto sempre nell’ottica primaria di mantenere, ma anche potenziare, i rapporti dell’azienda con l’esterno, che si tratti di business partner, fornitori o i clienti. Va bene lavorare costantemente sulle nuove esigenze tecnologiche, ma che non ci si dimentichi mai dei propri stakeholder, ovvero di tutti quei soggetti che sono correlati ad un business e che concorrono a determinarne il successo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *