Industrial IoT: se ancora avevi dubbi, toglili! Il caso di successo IMPEA-Gruppo Sme.UP

Industrial IoT
Industrial IoT Gruppo Sme.UP e Impea: un caso di successo con premio

Quando si parla di Industrial IoT e Industria 4.0 molti hanno spesso la sensazione che si tratti di qualcosa di un po’ “fumoso”, non hanno la percezione dei vantaggi che potrebbero avere affrontando un progetto di questo tipo.

Bè da oggi dovranno ricredersi, continuate a leggere e capirete il perché!

Premio Innovazione 4.0: IMPEA vincitrice grazie al progetto Industrial IoT eseguito con il Gruppo Sme.UP

Come capirete leggendo questo articolo, l’Industrial IoT è tutt’altro che qualcosa di astratto. Si tratta di tante attività, tanti progetti che portano un reale valore aggiunto alle imprese. A riprova di questo, IMPEA è stata premiata dal Ministro Poletti durante l’Assemblea Generale AIC del 30 ottobre 2017 per il progetto in ottica Industria 4.0 e Industrial IoT.

IMPEA: l’innovazione come perno della propria attività

IMPEA nasce nel 1963 dall’intuizione di Pierluigi e Maria Bosisio; opera nel settore dello stampaggio a freddo e dell’assemblaggio di lamiere. IMPEA è fornitore di società sia italiane che estere leader nella produzione di macchine per pulizia stradale e industriale, meccanizzazione agricola, lavorazione del terreno, movimento terra, giardinaggio. È particolarmente specializzata nella produzione di carpenterie leggere e carrozzerie.

IMPEA continua oggi ad essere un’impresa a conduzione familiare, giunta oggi alla terza generazione, da cui trae il proprio carattere fortemente votato all’innovazione.

La società, infatti, si è sempre distinta per i consistenti investimenti, l’incessante innovazione tecnologica per macchinari ed impianti, e per la notevole specializzazione e formazione delle proprie risorse.

Il progetto di Industrial IoT del Gruppo Sme.UP: interconnessione e integrazione

L’obiettivo principale del progetto è quello di aumentare la produttività e le performance del Centro di Lavoro per il Taglio Laser 3D e migliorare le competenze generali di IMPEA in quel processo produttivo considerato come “core” aziendale.

Obiettivo specifico e generale del “Progetto Informatico” di Industrial IoT

Il Progetto Informatico di Industrial IoT del Gruppo Sme.UP si pone come obiettivo specifico quello di migliorare l’automatizzazione del MES attualmente in uso con riguardo alla macchina per il Taglio Laser 3D cercando di:

  • ridurre al minimo le dichiarazioni manuali (eventi e attività) degli operatori
  • avere un ritorno dati diretto, veloce ed affidabile dalla macchina in ambito di efficienza, disponibilità, qualità di lavoro
  • presentare dati just in time in reparto (OEE, efficienza puntuale ODP, WIP, stato macchina, ecc ecc)

Obiettivo più generale del medesimo Progetto è quello di poter estendere lo scenario di automatizzazione del MES a tutte le altre (2) macchine del Centro di Lavoro per poi estenderlo nel Reparto Presse Grandi & Piccole, Robot di Saldatura.

Quali vantaggi porta un MES automatizzato?
  • L’ERP elabora tramite lo Schedulatore a Capacità Finita l’elenco degli ordini che dovrebbero essere prodotti, in un periodo di tempo congelato (max 1 settimana)
  • L’elenco degli ordini viene inviato direttamente alla Macchine e viene visualizzato dall’operatore sullo schermo di controllo a bordo macchina oppure su un PC installato ad hoc
  • L’operatore può avere la facoltà di scelta di uno specifico Ordine di Produzione-fase tra quelli proposti
  • Selezionato l’ODP la macchina richiama automaticamente il programma di taglio del codice articolo
  • L’operatore a bordo macchina ha la facoltà di dichiarare:
    • Chi è (elenco precompilato degli operatori appartenenti al Centro di Lavoro)
    • L’attività di start/sospensione/fine
    • La conferma dei dati
  • In automatico la macchina porta con sé le informazioni riguardanti:
    • La macchina stessa (l’operatore loggandosi dal terminale con il proprio utente, essendo il terminale unico e univocamente legato a ciascuna macchina, consente al sistema di riconoscere in automatico la macchina)
    • Il tempo valore/medio valore/non valore, nello specifico:
      • Il tempo valore: tempo in cui la macchina è in funzione e taglia (spostamenti tra tagli inclusi) —> chiamato Tempo di Esecuzione part program comprensivo di taglio e spostamenti tra tagli
      • Il tempo medio valore: tempo che intercorre tra il taglio di un pezzo e il successivo —> chiamato Tempo di Idle, ovvero tempo in cui la macchina è ferma senza errori (tipicamente set-up, movimentazioni tra un part program e il successivo)
      • Il tempo a non valore: tempo relativo a fermi macchina per guasti—> chiamato Tempo di fermo con dettaglio allarmi in sezione specifica
    • Il numero di pezzi prodotti sia alla sospensione che alla fine della lavorazione data dal numero delle volte che il part program viene svolto
  • Sia alla sospensione che alla fine l’operatore può dichiarare il numero di pezzi di scarto in quanto la macchina in autonomia non li può riconoscere
  • La Macchina può comunicare all’ERP il numero totale dei pezzi buoni prodotti (al netto degli scarti) e creare il relativo movimento di carico di magazzino; conseguentemente l’ERP effettua i relativi movimenti di scarico dei semilavorati, questa volta però al lordo delle eventuali quantità di scarto.
Possibili sviluppi futuri del progetto
  • Ampliamento del progetto di MES automatizzato, in modo da essere coprire anche il Reparto Presse; questo in collaborazione anche con Bosch Rexroth, già partner del Gruppo Sme.UP
    • Bosch Rexroth, inserendo opportuni sensori nei quadri di controllo delle Presse IMPEA, innalzerà il livello tecnologico delle macchine stesse dando loro la possibilità di parlare una lingua evoluta
    • Qui si inserisce il concetto di Revamping tanto caro al Gruppo Sme.UP, che ne fa uno dei punti principali dei propri progetti in ottica Industrial IoT. In questo modo è come ridare vita a macchine che hanno ormai qualche anno ma che funzionano ancora bene; il Gruppo Sme.UP e Rexroth le rendono capaci di condividere dati. Per approfondire cosa intende il Gruppo Sme.UP per Revamping leggi qui: Innovazione: il revamping passa dall’IIoT

Complimenti quindi ad IMPEA per il coraggio e la voglia di investire in innovazione in ottica di Industrial IoT e al Gruppo Sme.UP per la capacità di portare innovazione!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *