Industrial Internet of Things: Gruppo Sme.UP sul Corriere della Sera

industrial-internet-of-things
Sme.UP mette i dati al centro: così evolve il processo produttivo

L’ANALISI E LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI PERMETTONO LA CREAZIONE DI NUOVI MODELLI DI BUSINESS

Il modo di lavorare sta cambiando rapidamente, i processi produttivi stanno subendo una trasformazione talmente importante da far ripensare i modelli di business di ciascuna impresa. Ma non chiamatela rivoluzione: piuttosto un’evoluzione, un passaggio necessario da qualcosa che c’era già e che affina i propri mezzi grazie alle nuove tecnologie. Parola di Stefano Bosotti, Industrial IoT Specialist del Gruppo Sme.UP, società che garantisce assistenza e supporto a tutte quelle imprese che intendono avere informativi integrati, flessibili, evolutivi e adatti alla crescita. Al centro di questa evoluzione ci sono i dati: ogni azienda raccoglie e gestisce una mole di informazioni enorme, che è possibile “lavorare” per ripensare al processo produttivo in modo da renderlo più efficiente.

Sme.UP supporta le aziende nell’analisi di quello che si può considerare a tutti gli effetti una delle risorse più preziose, i dati appunto. L’evoluzione non porta solo a migliorare i processi, ma anche a ripensare ai modelli di business dell’azienda.

I PUNTI DI FORZA

Perché non basta raccogliere le informazioni, vanno anche interpretate, elaborate e scambiate nel modo giusto, affinché possano esprimere tutte le loro potenzialità. Per questo è necessario, da parte delle aziende, affidarsi ai servizi di realtà specializzate in questo settore, con figure professionali competenti,
in questo campo Sme.UP è in grado di proporre servizi d’eccellenza. Il Gruppo, in particolare, risponde all’esigenza, da parte delle aziende, di raccogliere
i dati in tempo reale grazie alle sue soluzioni di IIot (Industrial Internet of Things), e in particolare grazie alla sua piattaforma di gestione dei dispositivi, che consente di integrare i device tra loro. Un altro punto di forza è la capacità di intercettare i cambiamenti, anticipandoli. Le tendenze spingono infatti verso macchine in grado di scambiarsi direttamente i propri dati, grazie anche all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale. A questo proposito, il Gruppo propone un modulo IIoT ideato per scambiare informazioni in modo bidirezionale: da e verso le macchine di produzione. “Interagendo direttamente con i Plc – spiega Stefano Bosotti, Industrial IoT Specialist di Sme.UP – i dati raccolti sono disponibili in tempo reale per diversi tipi di analisi e visualizzazioni a seconda delle necessità”. Ciò permette al responsabile di monitorare, per esempio, lo stato degli impianti e l’avanzamento della produzione. Ovviamente tutte le informazioni sono fruibili in cloud, attraverso qualsiasi dispositivo.

Ti sei perso l’uscita del Corriere di martedì 27 marzo? Clicca sulle immagini per vedere l’articolo!

industrial-internet-of-things-corriere-della-sera

 

 

 

 

location-gruppo-smeup


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *