Come scegliere la software house che fa per te

software-house

Se la tua azienda necessita di sviluppare un nuovo software, il primo e fondamentale passo da compiere è quello di scegliere la software house alla quale affidare il progetto. Si tratta di una decisione importante, da svolgere quindi con la giusta attenzione. Riuscire a orientarsi nella scelta non è sempre semplice, ma seguendo pochi (ma essenziali) accorgimenti potrai studiare al meglio i tuoi potenziali fornitori e valutare se il loro modus operandi è in linea con le tue esigenze.

Considera le dimensioni

Le piccole software house spesso propongono soluzioni non standardizzate ma modulari, che consentono di comporre il software con le parti di cui hai bisogno. Questo significa, ovviamente, grande flessibilità. D’altra parte, però, le piccole software house, se serie e affidabili, non accettano incarichi da aziende troppo grandi perché non hanno le risorse per seguire e concretizzare al meglio progetti troppo ampi. Nella scelta quindi valuta gli obiettivi e le dimensioni della tua impresa e muoviti di conseguenza, puntando alle giuste “proporzioni”.

Pondera l’esperienza

Ogni software house ha caratteristiche ben precise e quindi competenze tecniche variabili. Se quindi, ad esempio, hai bisogno di sviluppare un software gestionale su misura, è bene che ti rivolga a un fornitore specializzato in materia. Come capirlo? Basta valutare il portfolio dell’azienda. Studiare e analizzare i progetti che ha già portato a termine ti aiuterà a comprendere e toccare con mano il suo ambito d’azione più frequente (quindi la maggiore o minore esperienza nel dominio di tuo interesse), l’ampiezza dei progetti già finalizzati, la modalità di realizzazione e la validità dei risultati.

Valuta il personale che seguirà il tuo progetto

Altro passo essenziale nello scegliere la software house adatta alle tue esigenze è l’analisi e valutazione approfondita delle competenze delle persone che lavorano al suo interno. Lo sviluppo dei software, infatti, richiede professionalità altamente qualificate. Sapere chi è la persona chiamata a seguire il tuo progetto e conoscerne il tipo di specializzazione e il livello di maturità lavorativa è importante per il conseguimento di un buon risultato. È consigliabile non fare affidamento su programmatori che non hanno titoli e competenze ben definite. Gli studi di un ingegnere informatico o di altro professionista dall’alta formazione possono fare nettamente la differenza.

Non trascurare il dialogo

Instaurare un buon dialogo con il fornitore è condizione essenziale perché il progetto vada a buon fine. È bene quindi valutare se la software house alla quale vuoi affidarti è in grado di ascoltare e comprendere le tue esigenze: una cattiva comunicazione potrebbe portare a risultati diversi da quelli auspicati con inevitabili perdite di tempo e denaro. Per questo motivo è importante stabilire fin da subito se le persone con cui dovrai relazionarti sono in grado di dialogare con te nel migliore dei modi, in modo da poter definire con chiarezza e senza sbavature i tuoi obiettivi.

Fidati di loro

La fiducia è forse l’elemento maggiormente decisivo nella scelta. Parlando con il fornitore, è essenziale che tu riesca a intuirne l’affidabilità. Come? Non c’è una modalità “standard”. Dipende sicuramente, come detto sopra, dalla capacità dell’azienda cui ti rivolgi di parlare con te e di offrirti soluzioni valide e ben strutturate. Se ti rendi conto di una qualche leggerezza, o se ti sembra che il fornitore stia esaminando il tuo progetto in modo troppo vago, forse c’è qualcosa che non va. La concretizzazione di un progetto richiede attenzione e disponibilità, ma allo stesso tempo sicurezza e puntualità. Se qualcosa ti frena, se non trovi tutte le risposte che cerchi, è probabile che il fornitore non sia in grado di offrirti la soluzione che ti è più congeniale ma che cerchi comunque di convincerti per non “perderti”. Se dovessi fiutare questa possibilità, fidati del tuo istinto e cerca maggiori garanzie altrove.

Fai attenzione alla comunicazione

Molto importante è, infine, valutare la trasparenza della software house alla quale vuoi rivolgerti. In questo senso può essere molto utile controllare e studiare il suo sito web. Qui dovresti trovare diverse informazioni interessanti e dettagliate sul tipo e sulle modalità di lavoro offerto dall’azienda e sui precedenti progetti conclusi. Nel migliore dei casi troverai anche le opinioni dei vecchi clienti, che potranno aiutarti a capire i punti di forza (ed eventualmente di debolezza) del fornitore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *