Showroom Sme.UP: acquisizione dati da strumenti di misura industriali

acquisizione-dati-da-strumenti-di-misura-industriali

In quasi qualsiasi realtà produttiva, in quasi qualunque settore, in quasi ogni tipo di produzione, ad un certo punto del processo produttivo, arriva il momento in cui si rende necessario dover misurare qualcosa.

Se poi volessimo restringere il campo alla misurazione del peso, il quasi scompare del tutto. Che si tratti delle quantità di materia prima, delle aggiunte di alcuni ingredienti in corso di lavorazione, il peso dei semilavorati, degli scarti, dei prodotti finiti, o i riscontrati dei mezzi in entrata o in uscita, una bilancia sarà sempre presente. Dal bilancino di precisione per le minuterie misurate in grammi, ai dinamometri per i carriponte da 50 tonnellate di portata. Misurare il peso di qualcosa, insomma, è una necessità presente praticamente ovunque.

Per dimostrare come la soluzione del Gruppo Sme.UP assolva a questa necessità, abbiamo preparato, nel nostro Showroom, una postazione dedicata a questa tipologia di integrazione.

Prima di tutto: perché integrare?

La risposta è semplice: ricevere il dato integrato porta all’incredibile (anche se spesso trascurato) vantaggio di evitare errori ci trascrizione. Nella nostra demo abbiamo utilizzato un piatto di un metro per un metro di lamiera mandorlata, equipaggiato con quattro celle di carico; questo strumento ha una portata massima di 500Kg e una precisione di 100g. Le celle di carico sono collegate al display che mostra il peso rilevato.

Qui entra in gioco la nostra proposta: un convertitore Seriale/Ethernet leggerà il peso che la porta seriale ci mette a disposizione e lo porterà al nostro software di raccolta, rendendolo disponibile alla parte applicativa per  chiunque ne faccia richiesta.

Molti moderni display offrono oggi la possibilità di leggere i dati direttamente tramite ethernet.

Perché quindi scegliere come interfaccia la porta seriale?

La porta RS232 è, ad oggi, l’unica ancora presente su TUTTI i dispositivi di lettura del peso. Questo la rende un ottimo mezzo per uniformare l’acquisizione del dato, anche in presenza di un parco macchine eterogeneo. Grazie ai convertitori MOXA della serie NPort, e in particolare il 5150A, siamo in grado di trasportare questo segnale dalla fonte al software, per poi renderlo disponibile su qualsiasi piattaforma.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *