Come affrontare la digitalizzazione aziendale

digitalizzazione-aziendale

Investire nel mondo della digitalizzazione aziendale: dev’essere questo l’obiettivo principale delle aziende al giorno d’oggi; questo perché ormai non si parla più di optional riservato alle organizzazioni più innovative, bensì a tutti coloro che vogliono crescere e rimanere competitivi nel mercato attuale fatto di cambiamenti improvvisi ed esigenze in continua evoluzione.

Attenzione! Con digitalizzazione aziendale non si intende l’adozione di una singola soluzione ma un investimento strutturato finalizzato alla completa digitalizzazione dei processi aziendali.

Come digitalizzare la tua azienda

Il primo grande passo da compiere è sicuramente di tipo mentale: è necessario far sparire tutta la diffidenza che provi per questo cambiamento e abbandonare l’idea che: “qui l’innovazione non può funzionare” o “è da tanti anni che lavoriamo così e non abbiamo problemi”.

Una volta fatto questo passo bisogna essere consapevoli che la digitalizzazione non è gratuita, rappresenta un investimento e naturalmente, come per tutti gli investimenti, non è una decisione da prendere in fretta e furia, occorre valutare con attenzione quali cambiamenti adottare e quali vantaggi portano all’azienda.

Inoltre, va considerata la posizione geografica della tua azienda, perché sì, come per i beni immateriali, anche per quelli tecnologici la posizione geografica e le infrastrutture digitali hanno il loro peso, altro fattore da valutare prima di investire.

In linea di massima, anche se molte aziende non lo sanno, a causa del Covid-19 abbiamo tutti (o quasi) iniziato un processo di digitalizzazione attraverso un’azione molto semplice: la smaterializzazione dei documenti.
Questa trasformazione di file dal formato cartaceo a quello virtuale rappresenta un piccolo importante passo che non dev’essere trascurato.

Come innescare il vero cambiamento

Non c’è bisogno di scriverlo, ma il piccolo passo citato in precedenza non rappresenta neanche lontanamente l’obiettivo finale di un’azienda digitalizzata, ma fa parte del processo di trasformazione e in questo periodo è stato il cambiamento più gettonato, per ovvie ragioni.

Passando al vero cambiamento, coraggio e determinazione ti devono sempre accompagnare e la collaborazione sinergica di tutte le persone coinvolte nel cambiamento è fondamentale.

Inoltre, non aver timore di chiedere pareri all’esterno dell’azienda. Affidarsi a un buon IT Manager potrebbe essere la soluzione giusta per individuare e implementare gli strumenti più adatti alla tua azienda e guidarti verso l’utilizzo dell’informazione come motore di crescita.

Esistono numerosi esempi pratici di digitalizzazione aziendale:

Integrazione di software gestionali

Un software gestionale è un programma informatico utile ad automatizzare alcuni processi aziendali, ad oggi è praticamente impossibile pensare di gestire un’azienda senza uno di questi programmi e i motivi sono abbastanza chiari:

  • velocità, precisione e sicurezza;
  • analisi e reporting;
  • riduzione di tempi e costi;
  • utilizzo da remoto.
Automazione di fasi di lavorazione grazie a macchinari di ultima generazione

Eseguire determinate operazioni senza l’intervento umano, è questo il significato di automazione e si capisce da sé che standardizzare e programmare le operazioni offre diversi vantaggi.

Uno di questi è sicuramente quello di poter ottimizzare le risorse a propria disposizione, controllando i processi in modo accurato e correggendo per tempo eventuali errori che si possono presentare.

Per sfruttare al massimo questa potenzialità è necessario collegare l’automazione dei macchinari con il punto descritto in precedenza: software gestionali.
Il motivo è semplice, è sicuramente utile avere un macchinario che riceve informazioni e le elabora per automatizzare le fasi di lavorazione, ma è altrettanto utile e necessario fare un ulteriore step, cioè far dialogare macchina e sistema di gestione in modo tale da collegare i diversi reparti aziendali.

L’operazione descritta avrà risvolti positivi sia a livello di quantità che di qualità dei prodotti finiti:

  • quantità; una maggior efficienza del ciclo produttivo porta, a parità di tempo e risorse, a produrre di più;
  • qualità; una migliore tracciabilità delle lavorazioni porta ad un controllo più accurato.

Questi sono solo alcuni esempi dei vantaggi e delle soluzioni a disposizione per digitalizzare la tua azienda; in generale non dimenticare queste due caratteristiche fondamentali che devono essere al primo posto quando pensi al tuo percorso di cambiamento:

Scalabilità; le tue soluzioni per la digitalizzazione aziendale devono poter crescere e cambiare con l’azienda.
Accessibilità; possibilità di accedere ai software adottati da più dispositivi, anche al di fuori della sede aziendale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *