Analisi dei Big Data e fattura elettronica: i vantaggi per il business

analisi-dei-big-data
Big Data

Con il crescente utilizzo della rete internet e dei dispositivi mobile, la quantità di Big Data generati è sempre in aumento, in diversi ambiti della vita quotidiana ma anche delle aziende. Tuttavia, sono ancora poche le aziende che sfruttano l’analisi dei Big Data come strumento, e quelle che lo fanno generalmente sono le grandi industrie. All’interno delle aziende, le grandi moli di dati derivano da sensori, macchine intelligenti, dispositivi di geolocalizzazione, device mobili. Le piccole e medie imprese, soprattutto per quanto concerne l’Italia, sono ancora distanti dall’utilizzo di quella che si sta rivelando una preziosa risorsa per le organizzazioni.

Analisi dei Big Data e fatturazione elettronica

Una spinta in questa direzione potrebbe arrivare dai nuovi obblighi in materia fiscale relativi alla fatturazione elettronica. Infatti, il nuovo obbligo entrato in vigore il 1° di luglio impone alle aziende di rapportarsi in maniera concreta con i dati massivi, il che non rappresenta soltanto un onere ma anche un’opportunità per imparare a sfruttare le potenzialità dei dati gestendoli in maniera fruttuosa.

Il risparmio

Sicuramente, questa novità può rappresentare uno scossone per quelle aziende che finora non avevano mai preso in considerazione la gestione digitale dei documenti o l’analisi dei dati derivanti dalle proprie attività. Tuttavia, questo cambio di direzione deve essere approcciato come un’opportunità più che come un obbligo, perché tanti sono i vantaggi della fatturazione elettronica. Secondo uno studio del Politecnico di Milano infatti, l’introduzione della fatturazione elettronica implicherà per le aziende un risparmio fino a 8 euro circa per ogni fattura prodotta, che potrebbe essere anche molto superiore se si arrivasse a digitalizzare tutte le fasi del processo. Inoltre, processare le informazioni diventa oggi molto più semplice, perché i processi non funzionano più per gestione di documenti ma per gestione di dati, organizzati in flussi di informazioni facilmente analizzabili.

Analisi dei Big Data

È importante sottolineare anche il fatto che gestire i Big Data può non essere un’operazione semplice, soprattutto di fronte a flussi di dati che sono in costante aumento. Ma può diventare un’operazione facile e alla portata di tutti grazie a degli strumenti di analisi dei Big Data. Grazie a strumenti di questo tipo infatti, non sono necessarie risorse professionali specifiche, poiché le grandi moli di dati vengono rese dagli Analytics di immediata e semplice leggibilità. L’interpretazione delle informazioni è resa di facile interpretazione anche grazie alla possibilità di creare dei report relativi ai dati presenti. Il ruolo dell’analisi dei Big Data diventa di grande importanza per prendere migliori decisioni di business, guidate dai dati relativi all’attività dell’azienda, permettendo quindi di fare scelte alla luce dei risultati ottenuti in precedenza. I dati sono sempre di consultazione immediata, per cui è possibile consultarli in qualsiasi momento.

Altro grande punto di forza dell’impiego concreto dei Big Data all’interno delle aziende è il fatto di poter sfruttare le informazioni in maniera predittiva, ovvero riuscire a prevedere, grazie ai dati, l’andamento delle attività dell’azienda e agire di conseguenza. Un esempio concreto è quello della manutenzione predittiva, ma lo stesso principio è applicabile anche al di fuori della produzione, in diversi ambiti aziendali. La predittività consente di prendere eventuali misure correttive in anticipo e  di ottimizzare così tutte le attività dell’organizzazione. I dati diventano quindi strumenti importanti per operare scelte strategiche.

Ottimizzazione e crescita

La digitalizzazione dei documenti e l’impiego dei dati rappresentano quindi un’opportunità di crescita per le aziende, anche grazie all’ausilio di strumenti che ne semplificano l’utilizzo come i Big Data Analytics. Attraverso l’interpretazione dei dati per prendere decisioni corrette e prevedere l’andamento delle attività, è dunque concretamente possibile per le aziende ottimizzare la produttività, implementare nuovi processi e mantenere il proprio business in continuo avanzamento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *