Smart Working? Si, ma come?

smart-working-strumenti

In queste settimane purtroppo l’attenzione sul tema dello Smart Workin è decisamente alta, a causa del momento difficile che sta attraversando la Nazione. Il mondo dell’IT è chiamato a rispondere velocemente a nuove necessità a salvaguardia delle aziende e del benessere delle persone.

Cos’è lo Smart Working

Permettetemi solo di definire i termini, affinché la dialettica sia condivisa.

L’Osservatorio del Politecnico di Milano lo definisce ”una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati”.

Smart Working è un modello organizzativo che interviene nel rapporto tra individuo e azienda. Propone autonomia nelle modalità di lavoro a fronte del raggiungimento dei risultati e presuppone il ripensamento “intelligente” delle modalità con cui si svolgono le attività lavorative anche all’interno degli spazi aziendali, rimuovendo vincoli e modelli inadeguati legati a concetti di postazione fissa, open space e ufficio singolo che mal si sposano con i principi di personalizzazione, flessibilità e virtualità.

Ma come si realizza?

Abbiamo definito lo smart working come una filosofia che per poter esser messa in pratica ha bisogno di strumenti; abbiamo quindi necessità di capire quali mezzi dobbiamo utilizzare per realizzarla. Il punto focale è rendere la fruizione e la propagazione delle informazioni indipendenti dal luogo in cui si trovano i dati e le persone. Per fare ciò dobbiamo quindi porci degli obbiettivi che proveremo a riassumere in un breve elenco:

  1. accedere e condividere informazioni con colleghi e clienti
  2. collaborare in maniera semplice, indipendentemente dal luogo in cui ci si trova
  3. comunicare indipendentemente dal luogo in cui ci si trova e dai mezzi utilizzati
  4. accedere ovunque a software ed applicativi (CRM, ERP etc.)
Smart Working strumenti

Connettività

La maggiore capillarizzazione della connettività  internet e gli investimenti messi in campo nel’ambito della telefonia mobile, ci garantiranno l’opportunità di rimanere connessi ovunque ci troviamo. Questo è il requisito fondamentale per poter fruire di strumenti propedeutici allo smart working.

Cloud

Il Cloud, nelle sue varie forme (pubblico, privato, ibrido) rappresenta sicuramente uno dei mezzi più efficaci, semplici ed immediati per poter condividere le informazioni.

Pensiamo per esempio alle opportunità offerte da Office 365 o Google Suite; all’interno di ambedue le tecnologie troviamo strumenti di collaborazione (Teams, Hangouts, Meet), condivisione dei dati (OneDrive, Google Drive), calendari condivisi, portali di condivisione (SharePoint, Sites) e tanto altro. 

Anche gli applicavi sono sempre più spesso proposti in modalità cloud, attraverso forme diverse tra cui SaaS e Cloud privato. Gli utenti fruiscono dei software senza preoccuparsi da dove essi vengano erogati, è sufficiente poter raggiungere un indirizzo IP e il gioco è fatto!

Centralini telefonici VOIP

Il telefono è sulla nuvola! Oggi la tecnologia ci permette di fruire di servizi telefonici in Cloud; i benefici sono enormi. Ogni utente possiede un numero interno, che potrà essere raggiunto su qualsiasi dispositivo attraverso l’installazione di un’applicazione, gli operatori saranno dotati di cuffie e microfono da collegare al proprio PC e per gli utenti in mobilità, su Tablet o Smartphone. 

Immaginate di poter ricevere telefonate dai vostri colleghi o dai clienti, seduti comodamente sul divano di casa o in aeroporto.

Dispositivi mobili 

Il concetto di fruibilità è sinonimo di mobilità! La grande diffusione di smartphone, tablet e laptop, sta favorendo la richiesta e la necessità di cambiare il paradigma della postazione di lavoro. Sempre più utenti richiedono al reparto IT della propria azienda di poter lavorare in maniera smart e nuove applicazioni vengono offerte giornalmente sugli store dei nostri smartphone. Con la dismissione di Windows 7, molte aziende stanno affrontando il rinnovamento tecnologico del proprio parco PC, è certamente un’ottima occasione per iniziare a pensare in modo smart.

Postazioni Desktop remote

Esistono però degli utenti, che per necessità o ruolo non sono dotati di Laptop aziendale e quindi? Il problema sta emergendo in maniera preponderante proprio in questi giorni, le attuali necessità sanitarie stanno costringendo le aziende a doversi organizzare per attivare lo smart working. 

Esistono dei software che ci permettono di controllare il PC Desktop dell’ufficio dal PC di casa nostra, in maniera sicura e performante, in tempi di deploy estremamente brevi e a costi ridott: SMEUP ICS propone SpalshTop.

Conclusioni

Sotto i colpi avversi della sorte il mio capo sanguina, ma non si china.

Verso tratto da ““Invictus”, poesia scritta da Henley, resa famosa da Nelson Mandela durante la sua prigionia.


angelo-de-bari

Angelo De Bari
Sales Specialist SMEUP ICS – Gruppo Sme.UP
My LinkedIn Profile


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *