Industria 4.0.

La tecnologia è il motore delle imprese

Cos’è l’Industria 4.0?

Il termine Industria 4.0 indica una visione del futuro che vedrà protagonista all’interno delle aziende l’introduzione di nuove tecnologie digitali in grado di abilitare l’interconnessione e la cooperazione di tutte le risorse utilizzate nella fabbrica e lungo la catena del valore, che consentiranno di migliorare le condizioni di lavoro, creare nuovi modelli di business e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti.

Le fasi della rivoluzione industriale

fasi della rivoluzione industriale

Le tecnologie abilitanti

Le smart factory

Il principio alla base del modello di Industria 4.0 vede le imprese trasformarsi in smart factory, ovvero fabbriche intelligenti caratterizzate da una produzione digitalizzata, in cui tutti i componenti sono interconnessi e capaci di operare in maniera coordinata in funzione degli obiettivi e i processi sono più fluidi e capaci di impiegare meglio le risorse a disposizione.

Ma questa interconnessione tra macchine e uomini non si basa sul semplice invio di dati alla rete, da registrare e analizzare in seguito. Essere una Smart Factory significa fare in modo che informazioni scambiate in maniera bidirezionale possano automaticamente scatenare azioni da parte di altre macchine, sensori o device connessi alla rete. Si profila così un percorso di innovazione che, in base al settore e alle necessità operative di ogni azienda, tocca ogni fase del ciclo di vita del prodotto.

I Benefici per le aziende

In sostanza, i principi di interconnessione e comunicazione tra le macchine, i sistemi e le persone all’interno delle Smart Factories consentono di raggiungere un grande obiettivo: produrre di più e meglio, sprecando meno.
Ma vediamo più precisamente quali sono i benefici per le aziende che abbracciano il concetto di Industria 4.0., per ogni fase del ciclo di vita del prodotto.

Concept: si passa dalla produzione di massa alla “configurazione” di massa, con la configurazione di prodotti personalizzati; le nuove tecnologie consentono di ottenere di passare dal prototipo alla produzione in serie più rapidamente.

Progettazione: grazie al cloud non serve trovarsi fisicamente nello stesso luogo per collaborare: è possibile quindi lavorare a più mani ad un progetto, in contemporanea.

Produzione: i nuovi strumenti digitali offrono flessibilità e servizi custom, con riduzione dei tempi di “switching” tra una commessa e l’altra; ne risultano quindi una maggiore produttività e una drastica riduzione di errori e fermi macchina grazie ai sensori che monitorano l’impianto produttivo in tempo reale.

Commercializzazione: aumenta l’engagement del cliente a partire dalle fasi iniziali del life cycle; i prodotti acquisiscono nuove e numerose funzionalità grazie all’Internet of Things, acquisendo maggiore competitività sul mercato.

Utilizzo del prodotto: l’internet of things consente di monitorare le performance del prodotto anche dopo la vendita e di effettuare la manutenzione predittiva, prolungandone il ciclo di vita e la resa.

30-50%

Crescita dell’efficienza produttiva riscontrata dalle imprese che hanno introdotto le tecnologie abilitanti per l’Industria 4.0 all’interno dei propri processi.

(Fonte: Indagine conoscitiva su « Industria 4.0 »: quale modello applicare al tessuto industriale italiano. Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati)

🇮🇹 In italia: il piano transizione 4.0

Il Governo Italiano ha messo in atto delle manovre per favorire l’adozione delle tecnologie abilitanti per l’Industria 4.0 per le aziende.
Nel 2017 ha varato una manovra da 20 Miliardi di euro a favore delle imprese italiane che volessero investire nell’adozione di questi nuovi strumenti.
Il 2020 vede protagonista il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0, che è uno dei pilastri su cui si fonda il Recovery Fund italiano. L’investimento consiste in circa 24 miliardi di Euro per una misura prevede il potenziamento di tutte le aliquote di detrazione e un importante anticipo dei tempi di fruizione.

Il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 si pone due obiettivi fondamentali:
■ Stimolare gli investimenti privati;
■ Dare stabilità e certezze alle imprese con misure che hanno effetto da novembre 2020 a giugno 2023.

La soluzione di smeup

Porta la tua azienda in un mondo interconnesso.
Accedi ai benefici dell’industrial IoT e sfrutta i dati provenienti dalle tue macchine per prendere i processi più efficienti.

Come farlo?
Quando si tratta di collegare diversi dispositivi, serve integrazione!
Il modulo Industrial IoT di smeup ti consente di raccogliere, visualizzare e integrare i dati di campo per analizzare l’andamento dei processi e gestire al meglio le macchine e la produttività.
Sappiamo come farlo al meglio! L’integrazione e la raccolta dei dati di campo avvengono grazie all’impiego delle tecnologie sviluppate direttamente dal nostro Laboratorio.

Scopri come
possiamo aiutarti!

Ti interessa questa soluzione?

Lasciati contattare e al resto pensa smeup!

Richiedi informazioni
+39 340 387 4980

TI INTERESSA L’HIGHLIGHT? SCOPRI LA SOLUZIONE COMPLETA

Soluzioni per l’integrazione dei dati di campo
e di strumenti connessi

SCOPRI DI PIÙ

il primo CONTATTO non si scorda mai

Nuovi progetti, richieste d’informazioni, customer care. L’assistenza e la consulenza a portata di click.

CONTATTACI

il primo CONTATTO non si scorda mai

Nuovi progetti, richieste d’informazioni, customer care. L’assistenza e la consulenza a portata di click.

CONTATTACI

il primo CONTATTO non si scorda mai

Nuovi progetti, richieste d’informazioni, customer care. L’assistenza e la consulenza a portata di click.

CONTATTACI

Magazine

SCOPRI DI PIÙ

Holding

SCOPRI DI PIÙ

Eventi

SCOPRI DI PIÙ

Di più di una semplice corrispondenza. Una newsletter personalizzata.

Rimani sempre aggiornato con le nostre newsletter sulle innovazioni in ambito ICT.

ISCRIVITI