Se vi siete persi il primo articolo relativo ai fornitori registratore telematico e le architetture possibili rimediate subito, leggete qui.

I vincoli sull’adozione del Server RT imposti dalla normativa in vigore sono i seguenti:

  • la configurazione con il Server RT (come concentratore) diventa attuabile solo in presenza di tutte le seguenti condizioni:
    • Punto vendita (REA) con ALMENO 3 Misuratori Fiscali
    • Soggetto fiscale con Partita IVA e con bilancio certificato
    • Adesione efficiente ai Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo 231 conformi ai requisiti del D.Lgs. 231/2001;
  • Deve essere riservato un Server RT per ogni diverso identificativo REA (iscrizione esercizi di vendita al Registro Imprese)

Scenario 1: pro

  • Costi calmierati in caso di punti vendita con pochi punti cassa
  • Architettura semplice

Scenario 2: pro

  • Fase di Roll-OUT facilitata per punti vendita con barriera casse numerose (nessun intervento da eseguire sui MF che rimangono tali. Occorre solo preoccuparsi dell’installazione del Server RT, cosa che peraltro può avvenire in remoto, come abbiamo giĂ  avuto modo di indicare)

Scenario 2: contro

  • Assorbimento, da parte del Cliente, dei Costi di certificazione annuale di una SocietĂ  di Revisione, coerentemente al sistema di controllo interno adottato in base al “Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo” del decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231

Vuoi saperne di piĂą su stampanti telematiche, server rt e molto altro sui registratori telematici? Scarica il white paper e scrivici!

Pierluigi Terzoli
Product Manager Retail Negoziando – smeup
My LinkedIn Profile

Naviga per categoria:

Seleziona una categoria d’interesse dal nostro magazine