Chiarimento Agenzia delle Entrate: circolare 389/E/2019

circolare-389-e-2019

In data 24/09 l’agenzia delle entrate è intervenuta a chiarire i dubbi emersi nella precedente circolare 14/E/2019 del 17 Giugno scorso. Nella circolare di Giugno il tema che aveva sollevato dubbi e problemi applicativi era relativo alla data operazione da indicare all’interno della fattura.

Non avendo predisposto un TAG dedicato, in quella precedente circolare l’AE aveva dato le seguenti indicazione:

  • Fattura immediata: nel campo “DATA” (sotto dati generali, che sostanzialmente corrisponde alla data fattura) indicare la data effettuazione operazione. Ed inviare tale fattura entro 12 giorni dall’operazione stessa.
  • Fattura differita: indicare nel campo “DATA”, la data di effettuazione dell’operazione (se ci si trova in presenza di più DDT indicare in tale campo la data dell’ultimo DDT) seppur presente nell’XML un campo DATA BOLLA che testimoniava la data operazione effettiva.

In una risposta del 28/06 nelle FAQ dell’Agenzia, chiariva la possibilità di inserire nel campo “DATA” il gg di predisposizione e trasmissione della fattura o una qualsiasi delle date di effettuazione dell’operazione (date dei vari DDT).

Circolare 389/E/2019

Con la circolare di ieri (389/E/2019), viene ammessa ufficialmente l’indicazione convenzionale dell’ultimo giorno del mese di effettuazione dell’operazione.

 Si ribadisce che il contribuente può indicare:

  1. Un giorno qualsiasi tra la data dell’ultima operazione (ultimo DDT) e il 15 del mese successivo qualora la data di predisposizione della fattura sia contestuale a quella di invio allo SdI (“data emissione”);
  2. La data di almeno una delle operazioni, preferibilmente “la data dell’ultima operazione”, o altrimenti indicare convenzionalmente la data di fine mese, rappresentativa del momento di esigibilità dell’imposta, fermo restando che la fattura potrà essere inviata allo SdI entro il 15 del mese successivo.

Quindi gli operatori potranno predisporre la fattura nei primi giorni del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, indicare in fattura la data dell’ultimo giorno del mese di esigibilità dell’imposta e trasmettere la fattura al SdI entro il 15 del mese successivo.

In sintesi un esempio:

FATTURA IMMEDIATA

(Possibilità di emissione fattura entro 12 gg dalla data effettuazione operazione)

Data operazione 28/09

Emissione fattura e invio SDI

  • 28/09 generazione e invio SDI nello stesso giorno dell’operazione
  • In un giorno tra il 28/09 e il 10/10 tra data operazione e termine ultimo di emissione
  • 10/10 ultimo giorno di emissione (12 gg dopo l’operazione)

Il campo DATA nell’XML sarà 28/09.

FATTURA DIFFERITA

(possibilità di emissione fattura entro il 15 del mese successivo all’operazione)

Data operazione (DDT1 03/09 – DDT2 10/09 – DDT3 28/09)

Emissione fattura e invio SDI

  • Entro il 15/10

Il campo DATA nell’XML sarà 28/09 o 30/09.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *