Impresa Sicura: il bando per richiedere il rimborso per l’acquisto dei DPI

bando-per-l'acquisto-dei-dpi

Con la Fase 2 (attiva da maggio 2020) tutte le imprese dovranno dotarsi dei cosiddetti dispositivi di protezione individuale, DPI, da indossare durante il lavoro.

I DPI saranno rimborsati partecipando al bando Impresa SIcura, gestito da Invitalia che si rivolge ad ogni impresa, a prescindere da forma giuridica, dimensione e settore. I fondi a disposizione sono 50 milioni di euro. Data inizio per la prenotazione del rimborso: 11 maggio. Data fine per la prenotazione del rimborso: 18 maggio 2020.

L’obiettivo del bando per l’acquisto dei DPI è permettere alle imprese di mantenere alto il livello di protezione dalla diffusione del Covid-19.

Possono partecipare le aziende italiane di ogni forma giuridica, dimensione e operanti in qualsiasi settore, che al momento della richiesta di rimborso siano attive, abbiano la sede principale o secondaria in Italia, non siano sottoposte a liquidazione volontaria o procedure concorsuali.

Il rimborso concesso è di 500 euro per ogni addetto dell’azienda a cui sono destinati i DPI, fino a un massimo di 150mila euro per impresa.

Cosa si può acquistare con il bando per l’acquisto dei DPI?

E’ ammesso l’acquisto di:

  • Mascherine filtranti, chirurgiche, FFP2, FFP1, FFP3
  • Guanti in lattice, vinile, nitrile
  • Maschere e altri dispositivi per la protezione degli occhi
  • Calzari e sovrascarpe
  • Cuffie
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea
  • Detergenti e disinfettanti

Per visionare il bando per l’acquisto dei DPI e tutte le informazioni ad esso correlato, come la procedura per aderire, visita il sito dedicato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *