Bando Safe Working – io riapro sicuro: il contributo di Regione Lombardia per le aziende

bando-safe-working-2
Cos’è

Regione Lombardia, per sostenere le imprese in questo momento di emergenza, ha istituito il bando Safe Working – io riapro sicuro per sostenere la ripartenza  delle micro e piccole imprese lombarde che a causa dell’epidemia sono state oggetto di chiusura obbligatoria. In particolare il bando offre alle aziende il sostegno per poter riaprire adeguandosi alle misure di sicurezza sanitaria indicate dalle autorità, per garantire un adeguato livello di protezione a dipendenti, clienti, fornitori e partner.

L’agevolazione consiste nell’erogazione da parte di Regione Lombardia di un contributo a fondo perduto fino al 60% delle spese sostenute per l’adeguamento alle misure sanitarie per le piccole imprese e fino al 70% per le micro imprese, a fronte di un investimento minimo di € 2.000 e fino ad un tetto massimo di € 25.000.

In totale, attraverso  il bando Safe Working – io riapro sicuro  Regione Lombardia ha stanziato a sostegno delle aziende un contributo totale di € 19.180.000,00.

Chi può beneficiarne 

Il bando Safe Working – io riapro sicuro è dedicato alle micro e piccole imprese che abbiano almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti all’interno dei settori del commercio al dettaglio, degli esercizi pubblici, del settore manifatturiero o dell’artigianato, del settore edilizio o ancora all’interno dell’istruzione o del settore sportivo. 

Sono incluse nel bando anche le aziende la cui attività era consentita anche durante l’emergenza ma hanno scelto di attivare il lavoro da remoto per le mansioni per le quali questa modalità era possibile, mentre sono esclusi tutti i lavoratori per cui durante l’emergenza è stata attivata la cassa integrazione.

Sono escluse dal bando anche le attività consentite dal D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, 22 marzo 2020 e Decreto Ministeriale 25 marzo 2020, e tutte le imprese che in questo periodo di emergenza hanno continuato a svolgere la propria attività in deroga ai sensi del d.p.c.m. 22 marzo 2020 e 10 aprile 2020.

Come partecipare

Per partecipare al bando, le aziende dovranno presentare domanda di contributo con relativa rendicontazione a partire dal 28 maggio ed entro il 10 novembre 2020. 

Ogni impresa potrà presentare richiesta per il contributo dopo aver effettuato l’investimento e dopo aver ultimato i lavori di installazione, presentando in allegato alla domanda i relativi giustificativi di spesa. Ogni azienda potrà presentare una sola domanda.
Saranno ammissibili anche le domande relative a spese sostenute a partire dal 22 marzo 2020. 

Le domande di contributo dovranno essere presentate dalle imprese a Unioncamere Lombardia esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito di Telemaco.I contributi saranno erogati alle imprese a seguito delle verifiche di idoneità delle domande da parte di Unioncamere entro 50 giorni dalla data di presentazione della domanda di adesione al bando.

Sul sito web di Unioncamere è stata  istituita un’ apposita pagina con informazioni, moduli e domande frequenti relative alle modalità di adesione al bando. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *