Decreto Cura Italia: come richiedere la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing e impedire la revoca degli affidamenti bancari

sospensione-dei-pagamenti-di-mutui

In questo articolo facciamo riferimento alle indicazioni del MEF su come richiedere la moratoria ex lege per le PMI, relative all’art.56 del Decreto Cura Italia, ossia la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing e impedire la revoca degli affidamenti bancari.

A chi presentare la comunicazione per la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing e impedire la revoca degli affidamenti bancari

Tutte i soggetti abilitati alla concessione del credito in Italia (tra cui banche, intermediari finanziari vigilati e altri) devono accettare le comunicazioni di moratoria, se ovviamente le stesse comunicazioni rispettano i requisiti previsti dal Decreto legge “Cura Italia”.

Come inviare la comunicazione

Le comunicazioni possono essere presentate dalle PMI dall’entrata in vigore del Decreto legge “Cura Italia” (17 marzo 2020), tramite PEC o attraverso altri meccanismi che consentano di tenere traccia della comunicazione con data certa.

E’ opportuno che l’impresa comunque contatti la banca o l’intermediario finanziario per avvisarlo e per valutare le opzioni migliori.

Cosa includere nella comunicazione

Nella comunicazione l’impresa deve autodichiarare tramite “Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” (ai sensi dell’ art. 47 DPR 445/2000) di:

  • aver subito in via temporanea carenze di liquidità in conseguenza all’epidemia da COVID-19
  • soddisfare i requisiti per la qualifica di PMI
  • conoscere le conseguenze civili e penali in caso di dichiarazioni mendaci

e richiedere pertanto la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing e impedire la revoca degli affidamenti bancari.

Se vuoi leggere il testo del MEF ufficiale, clicca qui.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *