5 suggerimenti per dare supporto ai dipendenti sotto pressione

dare-supporto-ai-dipendenti

Scadenze importanti, troppi task, poco personale per svolgerli. Uno stress moderato può essere utile per spronare le risorse a dare il massimo, ma se lo stress è troppo intenso o si protrae troppo a lungo può portare al burn out (che è stato recentemente riconosciuto dall’OMS come un disturbo medico causato dal lavoro) o, anche, causare ansia e depressione.

Quindi, nel momento in cui in un team ci si accorge che qualcuno sta sperimentando situazioni di questo tipo, è importante (per non dire fondamentale) che l’azienda dimostri il proprio sostegno. Ogni risorsa dovrebbe poter parlare apertamente delle problematiche che sta affrontando e percepire distintamente l’appoggio di colleghi e management.

5 suggerimenti per dare supporto ai collaboratori sotto pressione.

1- Creare un’atmosfera di vicinanza, condivisione e appoggio

Se, ad esempio, il team sta affrontando una crisi, è ben visto che una figura senior se ne interessi. In questo modo i membri avranno la percezione di avere una  guida chiara che contribuisce anche alla risoluzione del problema. Per chi lavora incessantemente per rispettare una scadenza è gratificante sapere che c’è qualcuno in grado di accorgersene.

Consiglio: è fondamentale creare un ambiente che agevoli condivisione ed appoggio. L’ufficio HR dovrebbe prestare anche attenzione all’ambiente fisico dell’azienda, così che risulti accogliente e faccia sentire a proprio agio chi sta affrontando una difficoltà e desidera parlarne.

2- L’equilibrio lavoro-vita privata è fondamentale

Se la cultura lavorativa supporta il lavoro flessibile e dà la giusta importanza alle varie priorità, i collaboratori saranno certamente più propensi a dare il massimo. Anche promuovere attivamente delle attività che aiutino le persone ad avere una prospettiva bilanciata.

E’ importante potere e riuscire a staccare dal lavoro quando si torna a casa: questo perchè siamo costantemente online nella nostra vita.

Le risorse umane cosa possono fare? Chiarire cosa l’azienda si aspetta in termini di reperibilità e che il tempo di distacco dal lavoro è importante.

3- La comunicazione come strumento fondamentale

Comunicare chiaramente alle risorse obiettivi e visione le aiuta a comprendere come il loro contributo personale si inserisca nel quadro generale. Questo aspetto risulta particolarmente importante nei momenti di difficoltà, quando cioè i dipendenti necessitano di un punto di riferimento.

4- Fiducia e competenza

Crescere ed imparare sono aspetti fondamentali della vita lavorativa di una risorsa. Attraverso attività di formazione mirate, supporto e piani formativi che aiutino ciascuno a migliorare le proprie competenze i dipendenti riescono a costruire una maggiore fiducia in se stessi e nei propri mezzi.

5- Colloqui regolari

Creare una cultura del confronto è l’ultimo (ma non per importanza) consiglio che vi proponiamo. Questa cultura deve prevedere incontri frequenti ed informali affiancati a processi di valutazione delle performance più strutturati, e supporterà i manager a non perdere di vista chi necessita di sostegno.

La chiave comunque è capire e mettere in pratica le iniziative più funzionali alla vostra azienda ed essere pronti a rispondere in modo flessibile alle varie situazioni che dovessero presentarsi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *