La resilienza sul lavoro

resilienza-sul-lavoro
La resilienza sul lavoro è ora riconosciuta come una caratteristica distintiva dei dipendenti che affrontano bene lo stress e le tensioni del luogo di lavoro moderno.

Per resilienza si intende la capacità di una persona di rispondere alla pressione e alle esigenze della vita quotidiana, in breve, influenza la nostra capacità di “rimbalzare”. Sul posto di lavoro, le persone resilienti sono in grado di gestire al meglio le richieste che gli vengono poste, specialmente laddove tali richieste potrebbero richiedere loro di affrontare priorità in costante cambiamento e un carico di lavoro pesante.

Perché alcune persone prosperano di fronte alla sfida e alle avversità sul lavoro, mentre altre si fanno prendere dal panico e si ritirano in se stesse? E perché sono queste stesse persone che sembrano andare avanti mentre altri affogano lentamente in acque turbolente della vita?

Molte persone pensano che una combinazione di intelligenza, lunghe ore di lavoro e molta esperienza le consenta di prosperare in ambienti di lavoro potenzialmente ostili. In effetti, sono quelli con capacità di recupero che affrontano meglio sfide come il costante cambiamento organizzativo (tagli del personale, scadenze incombenti, riunioni controverse e concorrenza incessante da parte di concorrenti aziendali).

La buona notizia è che sebbene alcune persone sembrino nascere con più capacità di recupero di altre, queste altre possono imparare a migliorare la loro capacità di far fronte alle difficoltà.

Come sviluppare la resilienza sul lavoro

La capacità di affrontare bene pressione, avversità e incertezza si basa sullo sviluppo di comportamenti, pensieri e azioni. Chiunque può imparare queste abitudini e creare strategie per aumentare la resistenza.
Gli esperti di resilienza affermano che le persone sono aiutate da un particolare modello di atteggiamenti e abilità che li aiuta a sopravvivere e prosperare sotto stress. Questi atteggiamenti sono impegno, controllo e sfida.

Lo sviluppo della resilienza è un viaggio personale che coinvolge pensieri, comportamenti e azioni. Chiunque può farlo.

8 modi per costruire la resilienza al lavoro
  • Essere socievoli e interagire con i colleghi
  • Sviluppare l’abitudine di usare le sfide come opportunità per acquisire o padroneggiare abilità e ottenere risultati
  • Evitare di drammatizzare gli eventi
  • Festeggiare i propri successi raggiunti
  • Avere obiettivi di vita realistici
  • Intraprendere azioni positive davanti alle avversità
  • Avere fiducia nelle proprie capacità di risolvere i problemi e fidarsi del proprio istinto
  • Pratica l’ottimismo e cercare di non vedere solo il lato negativo delle cose

Questi non sono gli unici modi per rafforzare la resilienza sul lavoro. Ad esempio, alcune persone trovano utile tenere un diario, coloro che hanno una convinzione religiosa trovano utile la preghiera e praticare la consapevolezza o la meditazione. La chiave è identificare i modi in cui è probabile che funzionino bene per te come parte della tua strategia personale per favorire la resilienza sul lavoro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *