Sicurezza sul lavoro: come intervenire al meglio? – parte 2

sicurezza-sul-lavoro

La scorsa puntata abbiamo incominciato a parlare di come gestire la sicurezza sul lavoro e che, per farlo al meglio, occorreva intervenire su quattro livelli.

Dopo aver parlato del primo, passiamo oggi a parlare degli altri tre.

Livello 2: Migliorare la comunicazione tra le funzioni aziendali che gestiscono la sicurezza sul lavoro

La comunicazione e l’interazione tra i soggetti coinvolti nei processi deve essere favorita dall’azienda in modo da facilitare e incentivare le attività quotidiane. Lo può fare per esempio predisponendo:

  • L’invio automatico notifiche
  • Un calendario adempimenti
  • Un sistema di gestione documentale
Livello 3: Migliorare la gestione dei processi interni diminuendo attività ripetitive e/o manuali

A questo livello, tutte le fasi del processo devono essere organizzate dall’azienda per assicurazione la diminuzione delle attività manuali e di quelle ripetitive, che possono portare più facilmente ad errori umani, ritardi e/o disallineamenti.

Livello 4: Tutela della salute e della sicurezza di lavoratori e visitatori

Per gestire al meglio il tema della sicurezza sul lavoro implica prevedere, valutare e predisporre le misure atte a proteggere tutte le persone che hanno accesso al perimetro aziendale. Tale gestione richiede una visione complessiva delle diverse aree aziendali :

  • Controllo consegna e uso DPI: per vagliare l’idoneità e l’effettivo utilizzo dei dispositivi di protezione
  • Controlli a campione: analisi di laboratorio, (alcohol/drug test) e prevenzione furti
  • Controllo degli accessi: che significa limitare l’ingresso alle aree aziendali solo al personale qualificato.
Vantaggi

Gestire la sicurezza secondo i 4 livelli appena enunciati può sembrare difficile, ma porta dei vantaggi concreti:

  • Diminuisce il carico fiscale
  • Evita pesanti sanzioni
  • Previene malattie professionali ed infortuni

Il processo di tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro necessita che tutti gli attori coinvolti dispongano delle necessarie informazioni per la corretta ed efficace gestione dei processi interni e possano contare su un supporto tecnologico che consenta loro di reagire in modo dinamico ai cambiamenti strutturali che dovessero eventualmente essere necessari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *