Il futuro dei Datacenter

datacenter
Secondo una recente ricerca di cbinsights.com, i datacenter continueranno a svolgere un ruolo vitale nella gestione, nel calcolo e nell’archiviazione delle informazioni. Si prevede che entro il 2025 dovranno gestire oltre 175 zettabyte di dati.

I datacenter sono la spina dorsale della nostra Internet. Conservano, comunicano e trasportano le informazioni che produciamo ogni singolo giorno. Più dati creiamo, più diventa vitale il nostro datacenter.

Il nostro mondo è in continua evoluzione e i datacenter risultano inefficienti e obsoleti; gli operatori stanno lavorando per aggiornarli e adattarli. La ricerca di cbinsights.com si concentra su quattro assi: posizione dei data center, struttura, efficienza energetica e conservazione dei dati. In funzione di questo schema, il report analizza la situazione attuale e dipinge un interessante quadro su quello che potrebbe essere il futuro prossimo e remoto dei datacenter.

Oggi

Attualmente la maggior parte dei datacenter è insediata in zone ben raggiunte dalla fibra. Per quel che riguarda la struttura ad oggi il modello predominante è quello hybrid-cloud, un mix tra soluzioni in cloud e on-premise che è ormai largamente diffuso. L’efficienza energetica è garantita prevalentemente dal raffreddamento ad aria e l’utilizzo di energie rinnovabili è pressochè sempre in mix con le energie fossili, che contribuiscono ancora in larga parte. La conservazione dei dati oggi avviene per oltre il 90% su hard disc HDDs.

Domani

I datacenter verranno costruiti nelle zone più fredde, per sfruttare le basse temperature esterne e risparmiare così sui costi di raffreddamento. Beneficeranno dell’intelligenza artificiale per l’ottimizzazione in tempo reale dei consumi e del rendimento. Le rinnovabili saranno sempre più alla portata di molti datacenter, che la acquisteranno su larga scala e a buon prezzo. I dischi allo stato solido SSDs saranno ampiamente utilizzati e diffusi.

Futuro

I datacenter in futuro saranno sempre più piccoli, modulari e adattabili, oltre che capaci di aggiungere risorse in modo rapido. Il calore in eccesso prodotto dai nuovi datacenter sarà rimesso in rete per essere riutilizzato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *