ERP gestionali: quando è il momento di adottarne uno nuovo

erp-gestionali

I software ERP gestionali sono oggi più che mai diventati uno strumento che può offrire alle aziende un vero e proprio vantaggio competitivo, se scelti con criterio e utilizzati sfruttando appieno le loro potenzialità. Tuttavia, in alcuni casi possono rappresentare un freno per la crescita dell’azienda, che dovrebbe valutare di sostituirlo con uno nuovo. In quali casi?

Il software gestionale non è in grado di supportare alcune attività fondamentali

Se un’azienda dispone di un sistema gestionale datato o non adatto alla propria attività, questo può rivelarsi un vero intralcio alla crescita dell’azienda stessa. Infatti spesso succede che le aziende, per recuperare i costi dell’investimento iniziale, mantengano lo stesso gestionale per molto tempo, anche 20 anni. Questo, non sempre ma molto spesso, implica che ad un certo punto il software non sia più in grado di supportare i ritmi sempre crescenti dell’evoluzione dei processi e delle tecnologie che si sta verificando in questi anni all’interno del mercato. Per cui potrebbe non essere in grado di consentire all’azienda di svolgere determinate attività che però sono cruciali. Se si arriva a questo punto, è il caso che un’azienda inizi a guardare al panorama dei nuovi ERP gestionali.

In azienda coesistono molti software dipartimentali

Un tempo, i software gestionali erano dipartimentali, ovvero strutturati per la gestione di un unico dipartimento all’interno di un’azienda. Per cui un’azienda finiva per disporre di molti software. Questa situazione però si porta dietro un difetto sostanziale non da poco, ovvero la duplicazione dei dati. Alcune informazioni, infatti, sono utilizzate per la gestione di più processi e più flussi di lavoro. Con i software dipartimentali, questo implicava ritrovare la stessa informazione in più punti, cioè in più software. Nel caso di una discrepanza tra le due informazioni, ecco che si verificano errori, confusione, inefficienze. È importantissimo quindi, garantire all’interno dell’azienda l’unicità del dato. Questo aspetto è garantito dai nuovi software ERP gestionali, che permettono di gestire tutti i processi di un’impresa e raccolgono tutte le informazioni all’interno di un’unica banca dati.

Il software non permette alla tua azienda di affrontare la crescita

Oggi il mercato impone alle aziende ritmi di crescita sempre più stringenti e dettati dall’avanzamento tecnologico. Per questo è fondamentale che il sistema gestionale sia in grado di supportare queste richieste. Prendiamo ad esempio il caso dell’Industria 4.0: un sistema gestionale che non è in grado di supportare le tecnologie necessarie per implementare sistemi di automazione raccolta dei dati, è oggettivamente un software limitante che potrebbe provocare uno svantaggio in termini di competitività da non sottovalutare.

Non è un sistema modulare

La maggior parte dei software gestionali datati è composta da software “monolitici”, ovvero software che includono moltissime funzionalità, in grado di soddisfare le esigenze anche di grandi aziende che devono gestire processi complessi. Spesso però, alcune di questa funzionalità rimangono inutilizzate, perché non tutte le aziende gestiscono realtà così complesse. Per cui si trovano ad affrontare alti costi di implementazione iniziale per poi avere un software molto ampio ma poco utilizzato e molto generico. I moderni sistemi ERP gestionali, invece, sono modulari, ovvero componibili con le funzionalità che l’azienda necessita, tralasciando invece quelle che non servono. Questo consente un alto livello di personalizzazione del software e un ridotto costo di implementazione iniziale. Inoltre, oggi i moduli sono realizzati sempre più per soddisfare esigenze molto specifiche, per cui sono in grado di adattarsi alla realtà dell’impresa come una seconda pelle.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *