Showroom Sme.UP: acquisizione dati da macchine datate – il tornio

acquisizione-dati-da-macchine-datate

La raccolta dei dati di produzione è una pratica utile per descrivere l’andamento della produzione, e di conseguenza la performance della fabbrica. Se è importante, deve poter superare i vincoli determinati dalla vetustà dei macchinari, o anche dalla mancanza di predisposizione del macchinario.

Infatti molte macchine progettate solamente 10-15 anni fa non sono predisposte per una accurata raccolta dati di produzione o anche di processo ( temperatura, vibrazioni, assorbimento di corrente, etc.) Inoltre , il capitale investito nelle macchine delle fabbriche, è costituito in buona parte da macchine con più di 20 anni di anzianità, continuamente soggette a manutenzione e quindi performanti, ma che non sono nate per raccogliere dati di processo.

Quindi, con questo tornio MERCURIO del 1950 abbiamo voluto dimostrare che utilizzando l’architettura dei sensori BOSCH offerti da REXROTH, che si integra perfettamente con il MES di Sme.UP, possiamo rendere “Industry 4.0” anche macchine cosiddette “vintage”.

Su questo tornio si trovano i seguenti dispositivi :

  • Hardware di Rexroth montato: IoT Gateway XM2 equipaggiato con :
    • 4 Digital Input
    • 4 Digital Output
    • 4 Analog Input
    • 4 Analog Output
  • Sensori induttivi SI8-DC2 PNP NO H1 prodotto in Italia da AECO

Tramite questi IO, vengono comunicati a Sme.UP i seguenti dati:

  • Velocità di rotazione del mandrino (espressa in giri/minuto), acquisita tramite sensore di prossimità induttivo collegato al modulo di digital imput
  • Frequenza di lavoro dell’inverter del motore (espressa in Hz), letta direttamente dall’uscita analogica dell’inverter stesso tramite un analog input.
  • Posizione della cupola di sicurezza (On/Off), ricavata da un contatto pulito posto sulla cupola stessa, letto tramite un digital input.

Possiamo inviare al Tornio i seguenti comandi:

  • Start: tramite un digital output viene comandato un apposito ingresso dell’inverter del motore.
  • Stop : tramite un digital output viene comandato un apposito ingresso dell’inverter del motore.
  • Velocità del motore: viene comandata tramite un analog output

Questo esempio ci serve per dimostrare ai gestori della produzione che anche in presenza di macchinari datati si riesce ad operare una proficua integrazione tra ERP e dati di processo, in una logica assolutamente “industry 4.0”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *