Smart working o lavoro da casa? Può non sembrare, ma la differenza c’è.

smart-working-o-lavoro-da-casa

Smart working: uno dei temi più discussi in questo periodo. Eravamo tutti molto scettici all’inizio, ma ora c’è già chi dice che non potrà più farne a meno. Ma siamo sicuri che tutte le attività svolte da casa siano lavoro agile? Fare smart working o lavoro da casa non è la stessa cosa, che se potrebbe sembrarlo. 

Lo smart working 

Cos’è lo smart working? L’Osservatorio del Politecnico di Milano lo definisce ”una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati”.

Ne deduciamo quindi che un progetto di Smart Working è quindi un processo di cambiamento complesso che richiede di partire da un’attenta considerazione degli obiettivi, delle priorità e delle peculiarità tecnologiche, culturali e manageriali dell’azienda in cui viene attivato.

Smart working o lavoro da casa?

Il lavoro agile si fonda qua quattro principi fondamentali: 

  • riorganizzazione della vita lavorativa,
  •  flessibilità di luoghi e orari di lavoro
  • utilizzo di nuovi strumenti tecnologici digitali 
  • utilizzo e alternanza di spazi fisici differenti. 

La chiave dello smart working, quella che fa la differenza rispetto al normale lavoro da casa, risiede qui: il lavoro agile non è più gestito secondo la presenza e le ore trascorse al lavoro in ufficio, bensì secondo il raggiungimento degli obiettivi. Questo nuovo sistema implica quindi anche una variazione delle abitudini della vita lavorativa ma anche e soprattutto della cultura del lavoro.

Il lavoro da casa, per contro, prevede solamente una variazione del luogo di lavoro, che dall’ufficio si sposta presso l’abitazione. Gli strumenti per attivarlo sono esattamente gli stessi dello smart working: un computer e una connessione Internet. Ma le abitudini e le modalità lavorative restano le stesse di quelle che vengono praticate quando si è fisicamente in ufficio. E’ qui che risiede la sostanziale differenza tra smart working e telelavoro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *