Gli Smeuppers – Intervista doppia: Simona Bonomi e Alessia Catoni

Gli Smeuppers – Intervista doppia: Simona Bonomi e Alessia Catoni
Chi sei? Come sei arrivato in Sme.UP?

Simona
Sono Simona Bonomi, ho 37 anni e sono una felicissima mamma di due nani di 3 e 4 anni. Mi sono laureata in Ingegneria Gestionale nel 2008 e pochi mesi dopo sono entrata in Sme.UP che allora si chiamava Smea.. Ironia della sorte uno dei libri preferiti dei miei bambini ha per protagonista un popolo di alieni che si chiama ‘Smei’ e, quindi, la protagonista è una smea…

Alessia
Mi chiamo Alessia Catoni e, oltre a lavorare in Sme.UP, sono la mamma di Leonardo, un piccolo grande terremoto di 4 anni.
Mi sono Laureata in Marketing e Comunicazione di Impresa a Milano.
Sono arrivata in Sme.UP nel 2012 con l’acquisizione di una società che ha aperto il periodo di crescita attraverso questa modalità… Era un importante momento di transizione per la nostra azienda, poco prima della fusione tra Smea, Query e Softia e l’ho vissuto tutto, imparando a conoscere le persone e le diverse realtà da cui provenivano. Aver fatto esperienze in aziende diverse, ma con tanti aspetti in comune, è sicuramente uno dei punti di forza del nostro Gruppo, perchè le diversità portano contaminazione di idee e di pensiero.

 Di cosa ti occupi in Sme.UP?

Simona
Da qualche mese sono Accounting Manager del Gruppo. Insieme ad un’ottima squadra mi occupo di tutti gli aspetti amministrativo/fiscali per tutte le società del nostro gruppo. Come Alessia sono membro del Consiglio Direttivo del gruppo

Alessia
Sono la Marketing Manager del Gruppo Sme.UP. Con le mie colleghe mi occupo del marketing e della comunicazione di tutte le aziende del Gruppo. Sono anche un membro del Consiglio Direttivo del Gruppo.

Ricordi il tuo primo giorno in Sme.UP?

Simona
Certo che sì! il primissimo giorno è stato il colloquio presso la sede di Erbusco. Arrivata ho visto dalla strada la villa in cui abbiamo sede e ho pensato che sarei andata a lavorare nella cantina della casa del titolare. Entrata ho visto l’open space con vista giardino in cui alcuni ragazzi lavoravano davanti al pc: ho capito che quella non era la casa del titolare ma un’azienda vera e propria e capisci che è stato facile innamorarsi del luogo. Subito dopo ho incontrato Roberto Magni e Silvano Lancini e l’empatia è stata immediata.. Non avevo chiaro cosa avrei fatto ma qualche giorno dopo ero seduta nell’open space.

Alessia
Ricordo il primo giorno in cui ho incontrato nell’azienda in cui lavoravo Roberto (Magni) e Luca (Milani). Ricordo che Luca, lecchese come me, con grande soddisfazione mi aveva raccontato che Silvano aveva mantenuto la promessa di aprire un ufficio a Lecco…dopo 20 anni.
Ricordo anche il primo giorno in cui sono stata nel vecchio ufficio di Paderno Dugnano per il colloquio ufficiale con Roberto Trezzi e il mio primo Responsabile Riccardo (Paganini) che ancora oggi nei suoi “momenti liberi da nonno a tempo pieno” scrive a me e alle colleghe per un saluto o per consigliarci qualcosa.
Entrati in sala riunioni li salutai dando ad entrambi “del lei”. Si guardarono e Riccardo disse  a Roberto: “Glielo dici tu che non deve rifarlo mai più?” Da quel momento ho iniziato a pensare che l’azienda in cui stavo entrando era “differente”.

Qual è stato il momento più bello o importante da quando lavori in Sme.UP?

Simona
Difficile sceglierne uno, sicuramente uno dei più recenti è stato quello in cui Silvano Lancini mi ha comunicato che sarei diventata Accounting Manager del gruppo.

Alessia
Sinceramente faccio fatica a sceglierne uno. Sicuramente uno dei momenti che ricordo con più soddisfazione è l’apertura del Kick Off del 2019 in Dallara. Dal 2012 ho organizzato “qualche evento”…ma vedere più di 300 persone che lavorano nella mia azienda su sedi diverse riunite in una sala e pensare che, grazie alle mie splendide colleghe del team Marketing, era stato possibile realizzare un evento di quella portata, è stata una bella emozione.

Hai un aneddoto divertente da raccontare?

Simona
Beh in quasi 12 anni qui ce ne sono un’infinità.. Ma visto che dall’altra parte c’è Alessia non posso non ricordare la Congregazione del baccalà alla Vicentina (o forse era la confraternita del baccalà?). Io, Ale e Dario (Vemagi) ci siamo trovati per caso a pranzo in uno dei ristoranti della congregazione ed è stato esilarante..

Alessia
Aneddoti divertenti che non possono essere raccontati, molti!
Tra quelli raccontabili sicuramente ci sono le trasferte con le colleghe del mio team per eventi o meeting con Partner: le volte che abbiamo sbagliato strada, le mille peripezie per far quadrare tutto senza far percepire nulla a colleghi e clienti, gli scherzi e le risate.

Cosa pensi dell’altro intervistato? Lavorate spesso insieme?

Simona
Ale è super in gamba, bravissima a ideare, coordinare e organizzare tutto. Abbiamo collaborato su diversi eventi nel passato e ho sempre apprezzato la capacità sua e del suo team di gestire tutti i dettagli di ogni attività. Senza parlare del fatto che la parte contabile collegata al marketing (acquisti, budget, controllo di gestione) è sempre impeccabile! Da qualche mese, poi, l’ho raggiunta in comitato direttivo e, stai certa Ale, riusciremo ad aumentare le quote rosa 🙂

Alessia
Da sempre la considero un’ottima professionista. Sempre sul pezzo, molto competente nel suo ruolo e sicuramente una persona molto  energica e positiva nel portare avanti quello che fa. Negli scorsi anni abbiamo collaborato solo in modo marginale, soprattutto per l’organizzazione di eventi e webinar sulle tematiche di sua responsabilità, dove i clienti lasciavano feedback molto positivi e nel tempo ho seguito le sue attività tramite i nostri colleghi che mi hanno sempre parlato benissimo di lei.
Lavoriamo insieme nel Comitato Direttivo da qualche mese, finalmente 2 donne nel team! Lavoreremo per far sì che aumentino nei prossimi anni…vero Simo?

L’intervista è finita, se foste faccia a faccia come vi salutereste?

Simona
Dai Ale, ora che abbiamo finito le nostre ore in ufficio andiamo a casa dai nostri veri mini-capi!

Alessia
Dai Simo, anche oggi siamo riuscite a far quadrare tutto!


Comments

  1. Bellissima intervista doppia, ricca anche di ironia che non guasta mai complimenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *