Gli Smeuppers – Intervista doppia: Giulia Olmi e Marisa Pagani

Gli Smeuppers – Intervista doppia: Giulia Olmi e Marisa Pagani
Chi sei? Come sei arrivato in Sme.UP?

Giulia
Ciao! Sono Giulia Olmi, ho quasi 30 anni, sono arrivata in Softre, oggi azienda parte del Gruppo Sme.UP, perchè prima lavoravo presso un nostro cliente per il quale curavo la parte di vendite ed acquisti utilizzando il gestionale Panthera. Ho conosciuto i miei responsabili Fabio, Claudio e Stefano nel corso degli anni in cui venivano in azienda per farmi formazione e per configurare il gestionale. Per vari motivi la mia collaborazione con quel cliente è terminata, nel frattempo ho svolto altri impieghi per circa un paio d’anni. In scadenza dell’ultimo contratto a tempo determinato, ho deciso di iscrivermi a Linkedin per cercare un nuovo impiego e, tra i vari contatti ho riconosciuto ed aggiunto Fabio al quale ho chiesto se sapeva di aziende nel Bresciano, che utilizzavano il gestionale Panthera, che cercavano personale. Nell’arco di un paio di giorni ci siamo sentiti e mi ha informato che Softre cercava una figura da inserire come figura di Help Desk per il gestionale Panthera. In brevissimo tempo, ho incontrato in un primo colloquio Claudio e Roberto e sono entrata ufficialmente in Softre il  2 maggio 2019.

Marisa
Ciao a tutti, mi chiamo Marisa Pagani, lavoro in Sme.UP e da circa un anno sono diventata mamma di un bimbo bellissimo di nome Sebastian. Amo cantare, in passato ho fatto parte di diversi gruppi musicali (rock, soft rock e acustico) esibendomi in varie serate presso pub e feste. Divoro serie tv, sono appassionata di  interior design ed uno dei miei passatempi preferiti è il giardinaggio, un ottimo modo per rilassarmi.
Sono arrivata in Sme.Up circa cinque anni fa, lavoro presso la sede di Erbusco e faccio parte del team amministrativo.

In quale sede lavori?

Giulia
Lavoro nella sede di Erbusco.

Marisa
Lavoro nella sede di Erbusco.

 Di cosa ti occupi in Sme.UP?

Giulia
Mi occupo sia della parte di Help Desk per il gestionale Panthera, sia di Back Office per il gruppo Softre, gestisco e controllo le agende dei colleghi e curo la “parte attiva” dei clienti: contratti, licenze e fatture..

Marisa
Faccio parte del team amministrativo. In particolare mi occupo di accoglienza, del controllo mensile delle agende e rimborsi spese.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Giulia
Mi piace perchè c’è sempre qualcosa da fare, non mi fermo mai e non si smette mai di imparare, sia per quanto riguarda la parte di back office Sme.UP sia per la parte di Panthera. Siamo un settore sempre in movimento. Inoltre, fattore non meno importante, mi piace l’ambiente in cui ho la fortuna di lavorare e soprattutto le persone con le quali ho il piacere di lavorare, anzi, collaborare ogni giorno.

Marisa
Il mio ruolo mi piace molto perché posso interagire con moltissime persone.

Ricordi il tuo primo giorno in Sme.UP?

Giulia
Sì, mi hanno detto di presentarmi in ufficio al mattino per le ore 9 dove avrei trovato un collega, Flavio, ad accogliermi. Era il 2 maggio. Ero imbarazzatissima perché i miei responsabili, le uniche persone che conoscevo, quel giorno non erano in sede. Ho familiarizzato subito con Flavio con il quale ho scoperto di avere un trascorso similare e, nel pomeriggio ho avuto il piacere di rivedere Roberto che avevo già conosciuto in fase di colloquio.

Marisa
Del mio primo giorno di lavoro in Sme.UP  ricordo in particolare che non appena arrivata, Donata mi fece fare il giro di tutta la sede presentandomi i miei futuri colleghi i quali, ho notato con piacere, tutti molto disponibili. Ho pensato fosse un ambiente come pochi…e come scordare la meravigliosa vista dal primo piano?!  Sembra quasi un quadro di Monet.

Qual è stato il momento più bello o importante da quando lavori in Sme.UP?

Giulia
Una cosa che mi ha colpito molto in positivo è stata quando mancava qualche mese alla scadenza del mio contratto. Avevo chiesto ai miei responsabili se avessero intenzione di rinnovarlo, loro mi han detto di sì e con del tempo in anticipo rispetto alla scadenza è arrivato il Responsabile delle Risorse Umane di Sme.UP sottoponendomi il contratto a tempo indeterminato. Felicissima lo firmo e mentre gli consegno i fogli mi: “Benvenuta!”. Questa parola mi ha molto colpita, “Benvenuta” lo si dice quando si entra in casa di una persona; in quel momento ho proprio sentito di entrare a far parte di questo Gruppo.

Marisa
Il momento più bello per me è stato, per rimanere in un tema attuale, il mio primo Kick Off a Milano. Ricordo il viaggio con i colleghi ascoltando buona musica e l’emozione provata quando sono arrivata e ho visto un’organizzazione del genere…non mi era mai capitato di partecipare ad un evento aziendale così in grande stile, sentir parlare persone ispirate e convinte. Davvero coinvolgente ed interessante!

Hai un aneddoto divertente da raccontare?

Giulia

Ho fatto 2 colloqui prima dell’assunzione in Sme.UP. Per il secondo mi avevano dato indicazione di presentarmi ad un giorno ed un orario preciso così avrei trovato tutti e tre i miei responsabili in ufficio, occasione che si presenta raramente. Qual pomeriggio ecco che si scatena il diluvio! Pioveva così tanto da non vederci, arrivo presso la sede di Erbusco in anticipo, all’ingresso principale ed aspetto in auto fuori dal cancello sperando che smetta di piovere..  dopo alcuni minuti decido di citofonare in ma non ricevo risposta. Provo una seconda ma ancora nulla allora provo a recarmi all’ingresso secondario. Armata di ombrello provo a citofonare ma nemmeno stavolta ricevo risposta.. Ho subito pensato “cominciamo bene, nessuno vuole aprirmi”… Telefonando poi ad uno dei miei responsabili tutto si è concluso nel migliore dei modi.. in pochissimo tempo i cancelli del gruppo Sme.UP si sono aperti definitivamente per me. 

 

Marisa

Un aneddoto divertente da ricordare è senza dubbio quando ho accettato di restare a giocare con i miei colleghi a calcio balilla, in sede. Mi sono sentita talmente immersa nelle partite che ho saltato addirittura la pausa pranzo. Mi avevano invitato pensando fossi una “schiappa” ma non sapevano che ne ho posseduto per anni uno a casa…che risate!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *