Gli Smeuppers – Intervista doppia: Marco Pironato e Laura Sabattini

Gli Smeuppers – Intervista doppia: Marco Pironato e Laura Sabattini
Chi sei? Come sei arrivato in Sme.UP?

Marco
Ciao! Sono Marco Pironato. Dopo aver conseguito il diploma in lingue e dopo una brevissima esperienza in un call center, nel gennaio 2009 sono stato assunto da Netintegra col ruolo di Help Desk per seguire il cliente Ceva Logistics, attuale cliente di Sme.UP. Dopo un paio di anni circa, Netintegra è entrata a far parte del gruppo Sme.UP pur mantenendo il nome e la sede lavorativa a Nova Milanese. Nel 2013 io e altri miei colleghi siamo stati trasferiti presso la sede Sme.UP di Paderno Dugnano ed è qui che è cominciata la mia storia all’interno dell’azienda dove ho conosciuto nuovi colleghi e iniziato a lavorare per nuovi clienti, per i primi anni ancora come Netintegra e nel 2015 assunto ufficialmente da Sme.UP.

Laura
Ciao, sono Laura Sabattini e ho 24 anni. Sono approdata nel mondo dell’informatica durante la mia esperienza lavorativa in Archivist, piccola società che mi ha permesso di acquisire competenze sull’utilizzo dei principali software per la Fatturazione Elettronica e l’Archiviazione Documentale. Dall’acquisizione di questa piccola azienda, sono arrivata in Sme.UP a Marzo di quest’anno. Ero molto entusiasta e carica di essermi unita a una realtà molto più grande rispetto a quella di Archivist, ma con infinite prospettive di crescita sia a livello professionale che personale.

In quale sede lavori?

Marco
Lavoro nella sede di Nova Milanese.

Laura
Lavorerò nella sede di Modena (appena sarà possibile vedersi fisicamente 🙂 )

 Di cosa ti occupi in Sme.UP?

Marco
Faccio parte del reparto Help Desk I livello e mi occupo di dare assistenza ai clienti che ci contattano telefonicamente e via mail. Nello specifico il lavoro consiste nel risolvere i problemi di nostra competenza e di smistare agli altri gruppi tutte le richieste non gestibili direttamente da noi, aprendo un ticket per ogni problema segnalato. I clienti principali per cui lavoro sono una multinazionale di trasporti e logistica per la quale svolgo anche il ruolo di coordinatore del mio gruppo e quelli appartenenti al settore Retail che utilizzano il software Negoziando. Oltre a questi mi occupo anche di clienti che utilizzano il software Sme.UP, in modo particolare per la parte relativa alla contabilità e alla fatturazione elettronica.

Laura
Sono Sales Assistant nel team commerciale. Affiancherò Luca Riccò, Sales Account per l’Emilia, nella gestione commerciale dei clienti. Abbiamo parlato anche di molti progetti interessanti da poter realizzare più avanti.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Marco
L’attività che più mi piace del mio lavoro è la parte di back office.Oltre al ruolo di Customer Service, mi occupo anche di scrivere procedure da condividere col mio gruppo e coi clienti, aggiornare la documentazione necessaria per il nostro lavoro e creare report per tenere costantemente monitorata la situazione.Preferisco queste ultime attività perché le considero di maggiore responsabilità e difficoltà. Da una procedura chiara o da un documento aggiornato dipende il corretto svolgimento del lavoro da parte dell’intero team e di conseguenza un servizio migliore fornito al cliente. Considero inoltre fondamentale la parte di reportistica perché permette di tenere sotto controllo la situazione e capire come intervenire per migliorare certi aspetti del lavoro.

Laura
Mi piace ascoltare la “storia” di ogni cliente, instaurare con ognuno di essi un rapporto di fiducia reciproca per poter capire i punti deboli della sua azienda e proporre loro la soluzione più adeguata. La soddisfazione del cliente deve rimanere sempre la priorità.

Ricordi il tuo primo giorno in Sme.UP?

Marco
Era il 27 febbraio 2013 a Paderno Dugnano. Mi avevano trasferito lì dalla vecchia sede di Netintegra insieme ad altri due colleghi. Quel giorno ho conosciuto i primi colleghi di Sme.UP. Era un ambiente completamente diverso dal precedente perché sono passato da un piccolo ufficio con poche persone a una sede grande con tante.

Laura
Ho un ricordo del mio primo giorno solo “virtuale”, ma non per questo meno emozionante. Guerino Conti ha organizzato una call generale con i miei colleghi “ex” Archivist assieme a Roberto Magni ed altri colleghi, per darci ufficialmente il benvenuto nel gruppo. Ho subito percepito di essere entrata a far parte di un team molto solido e collaborativo. Per il resto, attendo con ansia il mio primo giorno “fisico” in azienda 🙂

Qual è stato il momento più bello o importante da quando lavori in Sme.UP?

Marco
Il momento più importante è stato nel giugno 2013 quando per un progetto sono andato in trasferta ad Amsterdam nella sede europea di un importante cliente del settore Retail per seguire un corso in lingua spagnola, che il cliente aveva organizzato per i responsabili dei punti vendita spagnoli, con lo scopo di imparare a conoscere il nuovo software di cassa in vista della partenza del nuovo servizio di Help Desk la settimana successiva. Inizialmente ero molto preoccupato perché ai tempi non avevo ancora nessuna esperienza in ambito Retail e sentivo una forte responsabilità dovendo imparare molte informazioni da spiegare poi ai colleghi, il tutto in pochissimo tempo perché la trasferta era in giornata. Alla fine è andato tutto bene e posso dire che è stata un’esperienza interessante.

Laura
Essendo in smart working, spesso mi organizzavano varie call per fare la conoscenza di tutti i colleghi del team commerciale, anche nei momenti più particolari. Chi mentre faceva una passeggiata nei boschi, chi era alla guida per recarsi da un cliente, ecc. Stranissimo, come la situazione che abbiamo vissuto in questi mesi, ma divertente allo stesso tempo. Si respirava un clima sereno e sempre pronto alla battuta!

Hai un aneddoto divertente da raccontare?

Marco

Un’estate di qualche anno fa nella sede di Paderno Dugnano in un periodo di caldo torrido, il condizionatore ha smesso di funzionare, i tecnici non potevano intervenire in giornata e in ufficio non si riusciva a resistere. L’anno prima un collega mi aveva spiegato come riavviarlo eseguendo una procedura che consentiva di farlo funzionare per un po’ e tamponare la situazione. Così quel giorno continuavo a fare su e giù dall’ufficio al terrazzo per farlo ripartire anche solo temporaneamente, giusto per avere qualche minuto di fresco, poi si bloccava di nuovo. Non ricordo di preciso quante volte sarò salito, ma potrei avere passato più tempo sul terrazzo che alla mia scrivania.

 

Laura

Sono certa che di aneddoti divertenti da raccontare non ne mancheranno!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *