Gli Smeuppers – Intervista doppia: Stefania Tromba e Katuscia Lancini

Gli Smeuppers – Intervista doppia: Stefania Tromba e Katuscia Lancini
Chi sei? Come sei arrivato in Sme.UP?

Stefania

Ciao, mi chiamo Stefania, sono mamma di due splendidi bambini Lorenzo di 8 anni e Mattia di 5 e vivo in un piccolo paese nelle colline del Monferrato. Lavoro da 12 anni in Soluzioni EDP azienda piemontese che dal 2019 è entrata a far parte del Gruppo. Prima di arrivare in Soluzioni EDP mi occupavo di marketing e comunicazione per un’azienda del settore enologico e in precedenza avevo avuto esperienze in ambito turistico e culturale. L’informatica era un settore ostico per me e infatti credevo che sarebbe stata un’esperienza non duratura.. e invece ho scoperto un settore creativo, dinamico e che ogni giorno mi fa scoprire cose nuove e che alla fine mi ha conquistata. E così infatti dopo 12 anni la mia esperienza continua…

Katuscia

Sono Katuscia Lancini, ho iniziato a lavorare nel 2006 come impiegata amministrativa in un’azienda attiva nel settore del commercio e distribuzione di prodotti petroliferi. Dopo due anni ho trovato lavoro come programmatrice in un’azienda che fornisce sistemi informativi specializzati nell’ambito finanziario dove sono rimasta per 10 anni e durante i quali mi sono laureata in informatica. Dopo 10 anni un po per mettermi alla prova e un po per cambiare settore ho iniziato a guardare gli annunci, dove ho visto quello della SmeUp. Conoscevo la SmeUp per nome in quanto vi aveva fatto uno stage almeno 15 anni fà un mio amico e decisi di buttarmi.

In quale sede lavori?

Stefania

 Vercelli, a metà fra Torino e Milano, una provincia piemontese che ha ancora molto da esprimere e che vale sicuramente visitare per il suo patrimonio storico-artistico.

Katuscia
Lavoro presso la sede di Erbusco.

Di cosa ti occupi in Sme.UP?

Stefania

Sono responsabile Marketing e Comunicazione per Soluzioni EDP , ma gradualmente sto affiancando anche il team Marketing smeup per avviare un processo di allineamento nelle comunicazioni. Un team giovane e molto competente che mi ha accolta e coinvolta fin dal primo giorno.

Katuscia

Sono una sviluppatrice e faccio parte del team che lavora sul sistema informativo interno dell’azienda. Sviluppo principalmente in RPG.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Stefania

n generale il continuo cambiamento: i prodotti si rinnovano continuamente, le tematiche da affrontare sono sempre tante e il modo di raccontarle grazie all’evoluzione anche negli strumenti e canali di comunicazione, diventa stimolante creativo. C’è sempre qualcosa di nuovo da imparare.  Tra le iniziative che fanno parte delle attività sicuramente l’organizzazione di eventi è quella che mi è sempre piaciuta di più e che attualmente per le limitazioni dovute alla situazione covid, mi manca perché era il momento in cui si cementavano le relazioni si dava un volto a persone con cui si era in contatto solo via mail, e si viveva tensione ed adrenalina dell’”andrà tutto secondo i piani?”…

Katuscia

Mi piace la creazione di un prodotto, ed assistere al processo che permette ad una semplice idea di trasformarsi in un prodotto finito.

Ricordi il tuo primo giorno in Sme.UP?

Stefania

 La prima riunione di presentazione delle attività e risultati marketing Soluzioni EDP al Gruppo ero molto tesa. Ma Simone Tarlarini e Alessia Catoni, che erano quel giorno i miei “uditori” mi hanno messa subito a mio agio, fin dalle prime presentazioni alla macchinetta del caffè, e tutto è andato liscio.

Katuscia

Si, ero molto nervosa e ricordo che nonostante conoscessi già il sistema AS400 grazie alla mia precedente esperienza lavorativa mi sono resa conto che avrei dovuto imparare tantissime cose.

Qual è stato il momento più bello o importante da quando lavori in Sme.UP?

Stefania

Organizzare l’evento per il 35° anniversario dalla creazione di Soluzioni EDP, nel settembre del 2017. Insieme all direzione si era partiti pensando ad una cena che invece si è trasformato in un pomeriggio presso il Teatro Civico di Vercelli, con il coinvolgimento di un’artistica poliedrica ed empatica come Lucilla Giagnoli che ha trasformato la storia della nostra azienda in un’opera scenica, davanti ad un pubblico di 300 persone.  E’ stata una macchina complessa da far funzionare, con la gestione di continue variabili ma che mi ha regalato molta emozione e soddisfazione per il risultato raggiunto.

Katuscia

Ce ne sono stati molti di momenti belli, il primo in ordine cronologico credo sia stato al mio primo kick off in quando venivo da realtà in cui la comunicazione tra direzione e dipendenti era ridotta al minimo.

Hai un aneddoto divertente da raccontare?

Stefania

Durante gli eventi, quando il clima si fa più informale, ci sono stati momenti divertenti  a volte goliardici, ricordo un anno per un evento in giornata a  Firenze in cui abbiamo dovuto fare corse da centometristi per le vie del centro.. ma anche quella volta ce l’abbiamo fatta!

 

Katuscia

Non ce n’è uno in particolare, ma ci sono ogni giorno tanti momenti divertenti che caratterizzano la vita in ufficio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *