Come risparmiare tempo e costi grazie alla progettazione predittiva

progettazione-predittiva

La progettazione predittiva consiste nella possibilità di predire non solo la manutenzione, ma anche la fase progettuale, con le stesse logiche e le stesse grandi possibilità di risparmio in termini di tempo e costi. Dal mondo delle costruzioni a quello dell’industria e della fabbrica, ecco come ottenere gli enormi benefici della progettazione predittiva.

Progettare in un modo nuovo

Nell’ambito di Industria 4.0 la progettazione e la manutenzione predittiva rappresentano certamente dei concetti attuali che ricoprono un ruolo fondamentale per il business di ogni realtà. Questi processi tecnologici, infatti, assistono alla determinazione della condizione di macchine e impianti in funzione, consentono di stimare il momento in cui è necessaria la manutenzione e a valutare come migliorare la loro ri-progettazione, anticipando, evitando e prevenendo rischi di fermo-macchina e guasti. In particolare, la progettazione predittiva consiste nel riutilizzo degli stessi dati disponibili per la manutenzione predittiva ai fini della progettazione. Essa si basa sulla possibilità di utilizzare il bagaglio storico di dati per capire individuare le aree di ottimizzazione.

Come risparmiare con la progettazione predittiva

Grazie a questo approccio predittivo si può ottenere un risparmio sui costi di routine o di manutenzione preventiva, dal momento che le attività vengono svolte solo quando necessarie. Ovviamente, è possibile notare anche un miglioramento delle prestazioni finali del macchinario. In poche parole, la progettazione predittiva garantisce un’ottimizzazione dei flussi. Grazie ad un sistema di sensori vengono raccolti dati direttamente dagli impianti che vengono poi analizzati attraverso algoritmi che estraggono solo le informazioni rilevanti e le traducono in statistiche utili e funzionali. Questo approccio permette di predire in quale momento effettuare l’intervento di manutenzione, risparmiando così tempo e costi su eventuali fermi di impianto.

Il ruolo del progettista

Il progettista è l’attore protagonista in questo processo anche dopo che l’impianto è stato venduto e fornito al cliente, dato che analizza il funzionamento ed anticipa eventuali problematiche.
Come abbiamo visto, volendo riassumere, la progettazione predittiva utilizza lo storico dati per capire e individuare le aree di miglioramento. Non bisogna sottovalutare un aspetto molto importante: il tutto avviene in maniera robotizzata attraverso i collegamenti in essere con le macchine installate presso i clienti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *