Impea:
valorizzare le competenze con il controllo dei processi

Parliamo diImpea

Le soluzioniadottate

logo_bi_160

Software gestionali - ERP

Le trasformazioni che interessano i diversi settori industriali e che attraversano i decenni talvolta gradualmente e altre volte in modo brusco producono quasi sempre altrettanti sconvolgimenti nelle vite professionali e personali delle aziende che compongono le diverse filiere della produzione. Impea è uno di quei casi che non si osservano molto di frequente in cui la visione imprenditoriale è riuscita ad anticipare il cambiamento dell’industria e a mantenere la leadership della competenza al mutare delle condizioni di mercato, riuscendo in questo modo ad assicurarsi una crescita costante del fatturato, della capacità di investire e della possibilità di servire grandi aziende di livello internazionale in una situazione relativamente dominante rispetto ai concorrenti.

L’epoca gloriosa delle automobili con superbi paraurti cromati che disegnavano linee aggressive e sinuose facendo l’occhiolino a grandi luci tondeggianti su frontali squadrati è ormai finita da tre decenni e più. In quegli anni e dopo la fondazione avvenuta nel 1963 quasi in pieno boom dell’industria automobilistica italiana, Impea si guadagna una reputazione con i grandi produttori di quattro ruote grazie alla propria capacità di lavorare la lamiera con precisione, passione e in maniera allo stesso tempo artigianale e artistica. Purtroppo il boom finisce e all’azienda dei paraurti non rimane che conservare memoria nella denominazione sociale (Impea significa infatti “Industria Metalmeccanica Paraurti E Accessori”), la plastica soppianta piuttosto bruscamente la lamiera che rimane tuttavia regina di produzioni, magari meno nobili dal punto di vista del marketing, ma altrettanto di successo quanto a volumi e capacità di crescita.

Nel pieno del passaggio dalla prima generazione di imprenditori alla seconda e mentre la terza veniva alla luce, Impea trasforma la propria natura a vantaggio della filiera della produzione dei trattori, le cui carrozzerie richiedono qualità tecniche di solidità e robustezza, ma anche possibilità di essere plasmate secondo forme non banali per servire le ricerche estetiche e di marca che si fanno gradatamente più pressanti al crescere della concorrenza.

Settore: Officine meccaniche – lavorazione lamiere per settore Automotive

Necessità: gestire la contabilità industriale e sottoporre la produzione ad una disciplina dei tempi e dei metodi quantitativa e soggetta a misure ed ottimizzazioni.

Soluzione: introduzione della contabilità industriale e del controllo dei tempi e metodi di produzione tramite l’adozione di modelli provenienti dalla competenza di Sme.UP e basati su QlikView.


impea 1
impea 3

Business Intelligence e controllo di gestione

Complessità – Come governare il successo.
I grandi marchi dell’industria dei trattori cominciarono a servirsi sempre più di Impea per assolvere alle loro necessità produttive e l’azienda cominciò a sentire il bisogno di valorizzare il proprio patrimonio di competenze tecniche anche dal punto di vista economico e finanziario.

Nacque, in altri termini, l’esigenza di contabilità industriale, con una ricerca di precisione e di dettaglio ingegneristico le cui ambizioni si estesero ben presto anche alla necessità di sottoporre la produzione ad una disciplina dei tempi e dei metodi quantitativa e soggetta a misure ed ottimizzazioni.

Dilemma – Attendere il sistema informativo integrato o cominciare da zero?
L’azienda, tuttavia, non disponeva di sistemi informativi integrati quando invece le esigenze di controllo si facevano vieppiù urgenti e prioritarie allo stesso tempo. A metà degli anni novanta il controllo di gestione cominciò sui fogli elettronici. Le esigenze di dotarsi di un gestionale integrato rimasero, ma si fecero strada soprattutto le necessità di integrare i fogli di lavoro con astrazione, sintesi e concretezza nell’elaborazione di indicatori.


Il contributo delGruppo Sme.UP



Modello – La Business Intelligence di Sme.UP.
L’incontro con Sme.UP risolse il dilemma che era rimasto sul tappeto nonostante le prime esperienze positive di controllo di gestione su fogli di calcolo. Sarebbe stato possibile introdurre la contabilità industriale ed il controllo dei tempi e metodi di produzione anche senza dotarsi di un gestionale integrato tramite l’adozione di modelli provenienti dalla competenza di Sme.UP e basati su QlikView.

La scoperta di questa possibilità condusse ai primi progetti e successivamente i risultati ottenuti invogliarono il gruppo di lavoro a proseguire sulla strada percorsa e ad introdurre il sistema gestionale. Oggi tutta l’azienda utilizza Sme.UP ERP, fatta eccezione per alcuni processi che sono ancora da integrare come il controllo qualità e l’area Amministrazione ed i progressi fatti nel tempo, anche grazie all’accresciuto livello di controllo, hanno consentito di continuare ed incrementare gli investimenti in nuovi mezzi di produzione.

Scelta – Investire sulla propria competenza storica.
La competenza storica dell’azienda rimane quella della lavorazione della lamiera, in cui Impea è riuscita a coniugare le capacità manuali dell’artigiano, che “vede” come intende lavorare il pezzo e successivamente realizza la sua visione con mezzi scarsamente evoluti e grande professionalità, con le capacità fornite dalle tecniche moderne e dalle macchine automatiche.

Oggi l’azienda è dotata non solo di stampi a pressa, ma anche di macchine laser in 2D e in 3D che consentono al cliente di decidere su quali quantitativi orientare la sua produzione e di risparmiare sul costo degli stampi se il mercato non pare in grado di assorbire grandi quantità.


Gli sviluppi futuri: valorizzare il passato migliorando le competenze
L’introduzione dell’ERP ha sancito tra l’altro un legame ideale tra le diverse generazioni che sono state e sono attive in Impea. L’applicazione eccellente della tecnica allo stato dell’arte, la cui filosofia fu introdotta dai fondatori dell’azienda, è stata ripresa e mantenuta dalla seconda generazione che vi ha accostato la capacità di industrializzare, identificare i settori di mercato più proficui e più in crescita, posizionando la propria azienda nella nicchia giusta ed aggregando all’interno della stessa le competenze necessarie per far crescere il business in modo equilibrato.

La terza generazione ha preso su di sé la responsabilità e la guida dello sviluppo dei processi di controllo di gestione ed è oggi in grado di proseguire l’integrazione del sistema informativo Sme.UP ERP con i processi mancanti e di prendere il testimone dai predecessori nello sviluppo dell’offerta dell’azienda, dalla stampa delle lamiere al montaggio e ai servizi, nel rispetto dell’eccellenza nel servizio al cliente dell’industria italiana di successo.

Per avere maggiori informazioni su Impea visita il sito: www.impea.it